Sesso e politica: una miscela esplosiva

  • 1 14
    Credits: Lapresse

    Neanche i presidenti d'un tempo erano immuni dagli scandali. Thomas Jefferson fu il terzo Presidente degli Stati Uniti e uno dei più grandi della storia d'America. La sua lunghissima storia d'amore con una delle sue schiave, Sally Hemings (che era anche la sorellastra della moglie del Presidente, Martha Wayles Skelton, essendo nata dalla relazione fra Betty Hemings e John Wayles), è stata quasi leggendaria per più di un secolo, o almeno finché i test del DNA non hanno provato che i sei figli di Sally erano nati dalla sua unione con Jefferson. La famiglia Hemings fu la prima ad essere liberata dalla schiavitù, subito dopo la morte del Presidente.

  • 2 14
    Credits: Lewis Morley

    Uno dei più succosi scandali sessuali della storia britannica è quello di John Profumo, che nel 1963 era Segretario di Stato alla Guerra. Profumo fu costretto a dimettersi quando venne alla luce la sua storia con la showgirl Christine Keeler, legata anche a un funzionario dell'ambasciata sovietica. Il perfetto mix di sesso e spionaggio.

  • 3 14
    Credits: Lapresse

    Una delle tante teorie della cospirazione che circonda la morte di Marilyn Monroe ha a che vedere con la sua (vera o presunta) relazione con John F. Kennedy, un uomo le cui indiscrezioni sessuali erano ben note anche all'epoca della sua presidenza, per quanto sempre taciute.

  • 4 14
    Credits: Lapresse

    John Major? Che c'entra John Major, con quella faccia da seminarista? C'entra, c'entra: l'ex Primo Ministro britannico ebbe una torrida relazione durata ben quattro anni con Edwina Currie, all'epoca suo Ministro della Salute. L'adulterio è diventato pubblico quando Edwina Currie ha pubblicato i suoi diari sul Times . Major si è pubblicamente pentito del tradimento, dicendo che la moglie Norma lo ha perdonato.

  • 5 14
    Credits: Lapresse

    Nel 1987, il candidato alle primarie dei Democratici, Gary Hart, aveva tutta l'aria del vincitore. A distruggere la sua carriera politica fu un calo di popolarità quando fu fotografato insieme alla modella Donna Rice a bordo di una nave in rotta verso le Bahamas. Nel 1989, i Democratici persero le elezioni e George H. W. Bush divenne Presidente.

  • 6 14
    Credits: Lapresse

    Bill Clinton, notissimo sciupafemmine, fu sottoposto ad impeachment e quasi costretto alle dimissioni forzate, non per avere avuto rapporti adulterini con Monica Lewinsky, ma per averlo negato con decisione durante un'intervista televisiva, il 26 gennaio 1998. Fu la bugia, e non il tradimento, ad inguaiare Clinton, che in seguito fu prosciolto dal Senato.

  • 7 14
    Credits: Lapresse

    Newt Gingrich fu uno dei grandi accusatori di Clinton: mentre sguinzagliava i suoi cani sulle tracce del presidente fedifrago, aveva una relazione in corso con quella che sarebbe diventata la sua terza moglie, Callista Bisek, alle spalle della seconda. Fate come faccio, non fate come dico...

  • 8 14
    Credits: Lapresse

    Nel 2000, Gary Condit aveva una storia con la sua stagista, la ventitreenne Chandra Levy, che scomparve misteriosamente. Il suo corpo fu ritrovato solo un anno dopo, ma solo nel 2008 si è trovato un potenziale assassino, un pregiudicato senza alcun collegamento con Condit, la cui carriera politica tuttavia risentì fortemente dell'episodio.

  • 9 14
    Credits: Lapresse

    Nel 2004, il Governatore del New Jersey Jim McGreevey fu sbalzato fuori dal proverbiale armadio quando la sua relazione con Golan Cipel, un consigliere per la sicurezza nazionale, fu smascherata. La seconda moglie di McGreevey chiese immediatamente il divorzio, e il Governatore fu costretto ad ammettere la sua omosessualità e a dimettersi quando Cipel minacciò di fargli causa per molestie sessuali.

  • 10 14
    Credits: Lapresse

    Larry Craig è uno di quei senatori repubblicani con le idee chiarissime sui diritti dei gay. Nel 2007, la sua credibilità sull'argomento fu distrutta quando fu sorpreso a fare «piedino» a un agente di polizia in borghese nei bagni dell'aeroporto di Minneapolis. Arrestato, dovette dichiarare la sua colpevolezza.

  • 11 14
    Credits: Lapresse

    Deborah Jeane Palfrey era nota al grande pubblico come «The D.C. Madam». Gestiva un'agenzia di escort che serviva tutta Washington D.C., e - si mormora tuttora - un gran numero di politici. Condannata per riciclaggio di denaro, si suicidò nel 2007, in un magazzino accanto alla roulotte dove viveva la madre.

  • 12 14
    Credits: Lapresse

    John Edwards, il pretty boy dei Democratici americani, si è rovinato la carriera per sempre quando, nel 2008, è stato costretto ad ammettere di avere avuto una tresca (e forse anche un bambino) con la documentarista Rielle Hunter, mentre la moglie Elizabeth lottava contro il cancro. Elizabeth Edwards ha scritto un libro sulla sua esperienza. La riconciliazione fra i coniugi sembra essere tuttora in corso.

  • 13 14
    Credits: Lapresse

    Eliot Spitzer, il Governatore dello Stato di New York, aveva una preferenza speciale per Kristen, al secolo Ashley Alexandra Dupré, una escort dell'agenzia Emperors Club VIP. Scoperto, si dimise anche quando fu provato che per pagare le sue scappatelle non utilizzava fondi pubblici. Lo sguardo di sua moglie Silda durante il discorso in cui Spitzer annuncia le dimissioni vale mille parole.

  • 14 14
    Credits: Lapresse

    E infine Mark Sanford, il romanticone: il Governatore del South Carolina è di recente scomparso per quattro giorni filati. Era in Argentina, dove viveva la sua amante. Sanford ha dato le dimissioni come presidente dell'Associazione dei Governatori del Sud. Il futuro del suo matrimonio è tuttora in discussione.

/5
di

Giulia Blasi

Non esiste composto più instabile che la mistura di sesso e politica: una gallery per raccontare alcuni fra i più celebri scandali sentimental-sessuali nella storia.

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te