del

I vip cattivi maestri

di Valeria Colavecchio
Vota la ricetta!

Suggeriscono diete, creme di bellezza e persino farmaci. Sono i vip che spopolano sui social e sembrano diventati guru della scienza. Seguire i consigli che danno, però, potrebbe rivelarsi pericoloso

Un caffè con Donna Moderna

Suggeriscono diete, creme di bellezza e persino farmaci. Sono i vip che spopolano sui social e sembrano diventati guru della scienza. Seguire i consigli che danno, però, potrebbe rivelarsi pericoloso

I “CATTIVI MAESTRI” SONO TANTI
Insomma, i pessimi suggerimenti delle star sono molti, tanto che negli Stati Uniti è uscito un libro intitolato Is Gwyneth Paltrow wrong about everything? Ovvero, Gwyneth Paltrow ha torto su tutto? Prendendo spunto dagli stravaganti beauty tips dell’attrice, paladina della sauna vaginale e dell’abolizione totale di latticini, zuccheri e grassi, il testo sfata molti falsi miti promossi dai ricchi e famosi: ««Ho provato in prima persona alcuni dei trattamenti e prodotti più acclamati dai vip, a cominciare dalla gettonatissima Clean Diet della Paltrow e poi li ho sottoposti al vaglio di esperti e ricerche mediche per verificarne i risultati» spiega l’autore Tim Caulfield, professore di Legislazione e politica sanitaria all’università di Alberta, in California. Risultato: «Non c’è nessuna prova scientifica che ne confermi l’efficacia. E spesso sono anche dannosi». Ma, allora, come si spiega il milione di iscritti su Goop, il sito in cui cui Gwyneth dispensa i suoi segreti di wellness e salute? E, in generale, cosa ci spinge a eleggere le star a maestri di benessere? «Negli ultimi anni l’impatto delle celebrities sulla società è aumentato enormemente, arrivando a condizionare i nostri canoni di bellezza, comportamenti e aspirazioni» spiega Caulfield. «Lo dimostrano gli interventi estetici ai glutei, che nel 2014 in America hanno registrato un aumento del 60% : tutto “merito” di Kim Kardashian e del successo strepitoso dei suoi belfie (i selfie del fondoschiena, ndr)».

RIESCONO A ISPIRARE FIDUCIA  Molto hanno inciso i social network. «Attraverso i selfie, in cui si autoimmortalano struccate e spettinate, ai fornelli o alle prese con la manicure, le celeb si sono “mescolate” alla gente comune» spiega Oscar Ricci, sociologo dell’università Bicocca di Milano e autore di Celebrità 2.0. Sociologia delle star nell’epoca dei nuovi media (Mimesis). «Così se da una parte hanno perso il fascino misterioso e irraggiungibile di un tempo, è diventato molto più facile per le persone identificarsi in loro. E da qui a pensare che, imitando il comportamento dei vip, possiamo diventare come loro, il passo è breve». Eppure, nonostante il divo “a portata di mano” a incantarci contribuirebbe anche una specie di effetto-aura: «Le celeb sono tanto glamour e di successo che appaiono automaticamente autorevoli e degne di fiducia. Così quando la Paltrow promuove qualcosa, ci convinciamo: “Se lo dice lei, perché non dovrebbe funzionare?”» spiega l’esperto.

SONO I PRIMI A CERCARE SOLUZIONI MIRACOLOSE Un meccanismo semplice, ma che nasconde molti rischi. «Il minore è quello di spendere soldi e tempo su prodotti e strategie inutili» avverte Caulfield. «I pericoli maggiori sono la tendenza a inseguire obiettivi irrealistici, come avere il fisico di Megan Fox, e la svalutazione delle fonti scientifiche, unica garanzia di efficacia e sicurezza». Se proprio non vuoi rinunciare a copiare le star, tieni a mente il monito dell’americano: «Le celebs raccomandano tante cose diverse perché anche loro sono sempre a caccia di una soluzione miracolosa per mostrarsi più giovani, magre e in forma. In questo siamo esattamente uguali!».

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna

Ti può interessare anche