del

A 70 anni si fa ancora l’amore?

di Sabrina Barbieri
A 70 anni si fa ancora l’amore? 7 - 3.86/5

Ebbene sì: oggi gli anziani non rinunciano alla passione e alla sessualità. Anzi, il 39 per cento di loro ha rapporti frequenti. E li vive con serenità e soddisfazione. Abbiamo compiuto  un viaggio nella terza età. Per scoprire che eros, tenerezza e dolcezza non invecchiano mai

Ebbene sì: oggi gli anziani non rinunciano alla passione e alla sessualità. Anzi, il 39 per cento di loro ha rapporti frequenti. E li vive con serenità e soddisfazione. Abbiamo compiuto  un viaggio nella terza età. Per scoprire che eros, tenerezza e dolcezza non invecchiano mai

Un caffè con Donna Moderna

C'è chi lo fa a 70 anni, chi a 80 e chi non smette proprio mai. Scandalizzati? Se la risposta è "sì", siete voi a essere fuori dal tempo, non gli anziani che continuano ad amare e a fare sesso a ogni età. Provate a leggere Memoria delle mie puttane tristi, il nuovo romanzo di Gabriel García Márquez. Appena pubblicato da Mondadori, comincia con questa frase choc: "L'anno dei miei novant'anni decisi di regalarmi una notte d'amore folle con un'adolescente vergine".

D'accordo, inizio e titolo fanno subito pensare a un che di morboso e insopportabilmente osceno. Ma le cose non stanno così. Márquez, guarda caso settantasettenne, ci regala una tenera e commovente storia di sentimenti forti, con un protagonista quasi centenario che si scopre innamorato per la prima volta nella vita. E che trova il coraggio di confessare a se stesso: "Avevo sempre creduto che morire d'amore non fosse altro che una licenza poetica. Quel pomeriggio, di nuovo a casa, senza il gatto e senza lei, constatai che non solo era possibile morire, ma anche che io stesso, vecchio e senza nessuno, stavo morendo d'amore".

E se cercate un'altra conferma all'idea che il cuore e il desiderio non invecchiano, sfogliate il nuovissimo Storia di un amore (Mondadori), del disegnatore Guillermo Mordillo, classe 1932. Attraverso la sua matita sempre dolcemente ironica racconta il sentimento più profondo che ci sia con la freschezza e il divertimento di un ventenne.

Vuoi dire la tua opinione su questo tema? Partecipa al forum

Del resto non è solo la letteratura a dirci che gli spiriti e i letti degli over 70 non sono poi così tranquilli. Ci sono le ricerche scientifiche a confermarlo. Leggendo il Rapporto Italia dell'Eurispes si scopre che tre quarti degli uomini e due terzi delle donne oltre gli 80 anni sono attivi sessualmente. Espressione dentro cui ci sta tutto ciò che è eros: carezze intime, masturbazione, penetrazione.

Il Censis entra ancora di più sotto le lenzuola: e ci fa scoprire che il 39 per cento dei settantenni fa ancora l'amore (la maggioranza di loro almeno una volta al mese). Per dimostrare affetto e complicità (lo dice il 50 per cento degli intervistati) ma anche perché al piacere fisico non vogliono rinunciare (23 per cento). Ma oltre le cifre, ci sono le voci dei diretti interessati a confermare una sorprendente vivacità. Voci raccolte sul luogo di seduzione per eccellenza per chi è nato tra gli anni Venti e Trenta: la pista da ballo.

 

Sesso e volentieri

Sabato sera. Nella sala grande dell'Arci Bellezza di Milano, coppie affiatate si muovono leggere mentre l'orchestra suona canzoni emiliano-romagnole. Stanno insieme da una vita, questi signori e signore che hanno detto "sì" una volta ed era per sempre. "Il sesso? Pensi che tre anni fa sono stato operato al cuore e la prima cosa che ho chiesto al medico appena sveglio è stata: 'Dottore, ora con il sesso come la mettiamo?'" dice Mauro Marchini, settantunenne molto fiero della sua virilità. 'Se Dio vuole mi ha risposto: "Può farne quanto vuole'. Il problema è che "lui" non reagisce come un tempo: più di un paio di volte la settimana non riesco a metterlo in attività".

Vuoi dire la tua opinione su questo tema? Partecipa al forum

"Io quando sono in vacanza lo farei anche tutti i giorni" rivela Franco Salerno, falegname che, nonostante sia sopra i 70, in pensione non vuole proprio andare. "Lo farebbe, certo, ma non ce la fa" ride la moglie Rosa. Che, timida, ammette di divertirsi ancora con il sesso, dopo 45 anni di matrimonio più tre di fidanzamento.

Mentre il marito la stuzzica così: "Intanto, una volta a settimana è garantito. E poi, tu provi persino più piacere di quando eravamo giovani, perché a una certa età l'uomo dura molto di più". "Ma va' là!" protesta lei. "A me fa più piacere quando mi fai le coccole, mi baci la mattina o mi porti i fiori per gli anniversari".

Ma se un giorno "lui" non funzionasse più? I problemi di erezione, si sa, aumentano con l'aumentare dell'età. "Mio marito, che ha 78 anni, ha deciso per la castità due anni fa" confessa tra un giro di valzer e l'altro Luisa Ferrari, settantatreenne rassegnata. "Secondo me è perché ha avuto delle défaillances e teme di non riuscire più a farcela. Gli ho proposto di prendere il Viagra, ma lui dice di essere per le cose naturali. Quindi, anch'io ho dovuto rinunciare al sesso. Purtroppo!".

Se "lui" ha una défaillance

Le pillole dell'amore: un capitolo importante nella sessualità over 70. "Sono sempre di più gli anziani che si rivolgono a noi medici per chiederci i farmaci contro le disfunzioni erettili" conferma Vincenzo Mirone, docente di Urologia all'Università Federico II di Napoli.

"A una certa età la sessualità è sicuramente più soft, ma la prestazione per un uomo continua a essere importante".

Vuoi dire la tua opinione su questo tema? Partecipa al forum

Infatti il 43 per cento degli ultrasettantenni, secondo il Censis, si preoccupa se non ce la fa, ma cerca di affrontare il problema all'interno della coppia. Mentre il 29 per cento è disposto ad andare in farmacia. "Una pillola può aiutare a ridare sicurezza" continua Mirone. "In fondo, le uniche controindicazioni sono per i pazienti che assumono nitroderivati, ovvero quei farmaci che si usano per i problemi cardiaci" continua Mirone.

"Però attenzione al mito della prestazione" avverte Giorgio Rifelli, responsabile del servizio di sessuologia del dipartimento di psicologia dell'Università di Bologna. "Rischiamo di stressare gli anziani. Se passa l'idea che a 70 anni si deve essere efficienti come a 30, si crea ansia in chi non ce la fa. Non possiamo dimenticare questa verità: se è vero che una coppia sana può continuare a fare sesso fino a 100 anni, è vero anche che i problemi di salute si moltiplicano" continua Giorgio Rifelli. "Per esempio ci sono persone che smettono di fare l'amore per i dolori dell'artrosi".

Anche la tenerezza conta

"Sarebbe il caso di insistere sull'idea che la sessualità ha molte sfaccettature" dice la sessuologa Roberta Giommi. "Che si può amare e corteggiare anche se la penetrazione non è più possibile. Ci sono i baci, le carezze. Io dico sempre che, invecchiando, gli uomini dovrebbero imparare dalle donne, più attente alla cornice, ai riti, all'atmosfera, alle piccole attenzioni".

Certo che la tentazione di voler tornare a tutti i costi alle prestazioni dei vecchi tempi è forte. Soprattutto se si finisce a letto con una nuova o un nuovo compagno. "La cosa capita sempre di più" dice la psicologa Giuliana Proietti, che su www.terzaeta.com risponde alle domande dei navigatori. "Succede per i tradimenti, ma anche perché oggi più di un tempo ci si rifà una vita quando una storia è finita". E la vita stessa si è allungata.

Vuoi dire la tua opinione su questo tema? Partecipa al forum

"Purtroppo, dobbiamo ammettere che gli uomini sono avvantaggiati" dice Roberta Giommi. "Hanno più possibilità di stabilire nuove relazioni sentimentali anche perché ci sono donne giovani che stanno volentieri con persone più anziane". Il contrario è raro, ma non rarissimo. "Una mia paziente di 70 anni ha trovato un fidanzato cinquantenne andando a ballare" dice Giuliana Proietti. "E dopo si è fatta il lifting, naturalmente".

"Che orrore, queste nuove coppie!" esclama Olghina Di Robilant, 70 anni e una vita nel jet set internazionale (ha appena pubblicato Nobiltà con la casa editrice Mursia, in cui racconta la vita privatissima di un suo caro amico: Umberto II di Savoia). "Anch'io ho ancora i miei corteggiatori, persino un quarantenne. Ma con il sesso ho chiuso a 51 anni. Dopo una certa età, con il corpo ormai avvizzito, possono andare a letto assieme solo un uomo e una donna che si conoscono da una vita e che insieme sono invecchiati. È una questione di pudore".

Sfatare i pregiudizi

Il pudore a volte ti può fregare, anche se la voglia d'amore c'è. Racconta Bianca Mazzini, giornalista 72enne. "Fino a due anni fa avevo un amante e facevamo sesso una o due volte la settimana. La nostra storia durava da quasi trent'anni. Poi, lui mi ha lasciata, per tornare definitivamente dalla moglie. Mi manca, ma da allora non ho voluto più nessuno. Mi imbarazzerebbe mostrare il mio corpo nudo. E poi, adesso, solo un pazzo potrebbe volere una settantenne".

"Questo delle donne che non piacciono più perché troppo vecchie è un pregiudizio da sfatare" dice la sessuologa Roberta Giommi. "Persino le esperienze delle case di riposo ci raccontano di storie e avventure tra anziani". E se non è una prova questa del fatto che l'aspetto fisico è poco importante... Infatti, sentite cosa dice il signor Cesare Ruggeri, pensionato di 73 anni con una moglie di 75: "Siamo sposati dal 1970, ma ancora oggi quando la vedo che si mette tutta carina per uscire, mi viene voglia di lei. E quella voglia la soddisfo, eccome".

Vuoi dire la tua opinione su questo tema? Partecipa al forum

Oltretutto, è un modo semplice per mantenere in forma corpo e mente. "È provato che fare sesso fa bene alla salute, a ogni età: migliora la circolazione, la frequenza cardiaca" dice il professor Mirone. "E infatti" rivela Alberto Bevacqua, commercialista marchigiano 67enne "io che ho una moglie più giovane di 15 anni e non ho mai smesso di fare l'amore, mi sento un ragazzino. Faccio esattamente tutto quello che facevo 20 anni fa". Anche a letto s'intende.

Il segreto della longevità a letto

Una lunga vita sessuale? È questione di atteggiamento. E di esperienza. "Chi considera il sesso una gara da vincere a tutti i costi è facile che esca sconfitto e che dopo una certa età perda il desiderio" dice il sessuologo Giorgio Rifelli. "L'eros è il luogo dello scambio, della seduzione, non degli automatismi. Imparate a essere seduttivi anche nei confronti del partner di una vita. L'attività sessuale migliorerà".

Le probabilità di essere longevi a letto aumentano se si è iniziato a fare l'amore da adolescenti o intorno ai vent'anni. "Si ha avuto più tempo per superare timidezze e conflitti. È vero il detto: 'Chi prima comincia, più tardi finisce'".

I prodotti che aiutano le donne

Viagra, Cialis, Levitra, Vivanza. Sono i nomi, ormai celebri, delle quattro pillole che ridanno la virilità perduta. Ma per le donne, che cosa può aiutare a superare le difficoltà dell'età?

"Il problema principale sono i cambiamenti del tessuto vaginale, che possono rendere molto doloroso il rapporto" dice il ginecologo Maurizio Orlandella. "Fra i tanti prodotti in commercio, il più facile da usare è il 17 beta estradiolo". Una compressa con applicatore che si trova in farmacia con il nome di Vagifem. "Lubrifica e rinforza i tessuti".

Vuoi dire la tua opinione su questo tema? Partecipa al forum

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna