del

A scuola di computer

di Antonella Trentin
Vota la ricetta!

Donna Moderna e Microsoft vi danno appuntamento in dieci città d'Italia. Da nord a sud, si tengono delle lezioni di informatica davvero speciali. Gratis e fatte su misura per tutte voi: dalle mamme alle aspiranti imprenditrici

Donna Moderna e Microsoft vi danno appuntamento in dieci città d'Italia. Da nord a sud, si tengono delle lezioni di informatica davvero speciali. Gratis e fatte su misura per tutte voi: dalle mamme alle aspiranti imprenditrici

Un caffè con Donna Moderna

Dalle donne per le donne.

Qui sopra vedete la squadra che ha ideato e realizzato il progetto “futuro@lfemminile”: Monica Pontiroli (Microsoft), Lorella Gerosa (Hewlett-Packard), Paola Mascaro (Accenture), Marzia De Luca (Accenture), Roberta Cocco (Microsoft), Paola Andreozzi (Microsoft), Alice Di Prisco (Microsoft).

Qui di seguito trovate le informazioni sui corsi Impres@Donna e Mamme@web.

Le lezioni sono gratuite, ma per partecipare è necessario prenotarsi. Potete chiamare il numero 0249983353. Oppure mandare via fax la vostra richiesta al numero 0249983354, inviando il modulo d'iscrizione che trovate qui allegato. O ancora, potete scrivere una e-mail a futuroalfemminile@plannersgrp.net.

I corsi per le aspiranti imprenditrici si svolgeranno il venerdì, quelli per le mamme il sabato.

In entrambi i casi potrete scegliere tra due orari:

la mattina (dalle 9 alle 13) e il pomeriggio (dalle 14 alle 18).

Dopo gli appuntamenti di Milano, Bari e Napoli, ecco il calendario delle prossime lezioni:

a Cagliari il 31 marzo e il 1° aprile presso il Caesar’s Hotel

a Bologna il 7 e l’8 aprile presso il Royal Hotel Carlton

a Verona il 28 e il 29 aprile presso il Mondadori Junior Festival

a Padova il 5 e il 6 maggio presso lo Sheraton Padova Hotel

a Genova il 12 maggio presso lo Starhotel President e il 13 maggio presso l’AC Hotel Genova

a Torino il 19 e il 20 maggio presso il Jolly Hotel Ambasciatori

a Roma il 26 e il 27 maggio presso l’Hotel Holiday Inn Eur Parco dei Medici.

La speranza è quella di diventare presto come le americane, che nell’uso del computer hanno praticamente raggiunto la parità tra i sessi. La buona notizia è che in Italia stiamo bruciando le tappe, e ormai è solo una questione di età. Secondo l’Istat, infatti, oggi le donne usano il computer meno degli uomini, ma tra i più giovani questa differenza scompare.

Proprio per aiutarci a diventare padrone di uno strumento oggi indispensabile, Microsoft ha lanciato il progetto “futuro@lfemminile” (in collaborazione con l’azienda produttrice di computer Hewlett-Packard e la società di consulenza Accenture).

La multinazionale di Bill Gates e Donna Moderna vi invitano a seguire i corsi gratuiti di informatica per mamme e aspiranti imprenditrici. L’appuntamento è dal 17 marzo in dieci città italiane. Potrete portare anche i vostri figli: i bambini si divertiranno con i giochi e i video messi a disposizione da Disney Channel nella sala accanto a quella in cui voi farete lezione.

Le docenti sono tutte volontarie, che mettono a disposizione le proprie conoscenze. «Con il corso Mamme@web vogliamo insegnare alle donne come usare Internet per risparmiare tempo e migliorare la loro qualità della vita» spiega Roberta Cocco, direttore marketing communication di Microsoft, e mamma di Andrea, 3 anni, Anna, quasi 2, e Tommaso, 3 mesi. «Grazie alla Rete io stessa riesco a stare di più con i miei bambini: posso fare la spesa online, ottenere informazioni su un asilo, pagare le multe, disporre un bonifico».

«Una madre oggi è costretta a familiarizzare con il computer» dice Stefania Prestigiacomo, ministro delle Pari opportunità, che patrocina il progetto. «Altrimenti non potrà controllare l’uso che ne fanno i figli e, per esempio, proteggerli dalle insidie della pedopornografia online».

Eppure un’indagine del Censis rivela che solo l’8 per cento delle casalinghe italiane sa usare il pc. Colpa di una scarsa inclinazione femminile per la tecnologia? «Macché!» scuote la testa Andreina Mandelli, docente della Sda Bocconi di Milano.

«L’idea che le donne siano meno portate per l’informatica è un pregiudizio culturale. È ovvio che se non lavorano sono meno motivate a usare il computer. L’unica diversità tra uomini e donne sta nell’approccio a Internet. I primi cercano giochi e informazione. Le seconde amano le chat, i blog e i forum, insomma tutto quello che serve per scambiarsi opinioni». Se una donna vuole mettersi in proprio, però, non può ignorare il web.

«Questo ci ha spinto a creare i corsi Impres@donna» dice Roberta Cocco. «Spiegheremo quali sono i passi necessari per avviare un’attività e per utilizzare il pc nella gestione d’impresa. Inoltre i consulenti di Patti Chiari, un consorzio di 170 banche, insegneranno a usare la Rete per realizzare un business plan e per trovare informazioni sulle agevolazioni finanziarie».

Gli imprenditori maschi stiano in guardia. «Saranno le donne a sfruttare al meglio le nuove tecnologie» prevede Stefania Prestigiacomo. «Del resto, a scuola e all’università sono già più brave dei loro colleghi».

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna