Aborto: troppi medici obiettori?

La denuncia è scattata pochi giorni fa: all’Ospedale di Jesi, nelle Marche, 40mila abitanti, tutti i dieci specialisti del reparto ostetrico ginecologico sono obiettori di coscienza, quindi nessuna donna può chiedere l’interruzione volontaria di gravidanza. L’assessore regionale alla Salute è quindi corso ai ripari, facendo arrivare di gran carriera un medico non obiettore da Fabriano. Ma come è potuto succedere? L’abbiamo chiesto ad...leggi di più
Prossimo