del

Adesso mamma e papà sono uguali

di Sabrina Barbieri
Vota la ricetta!

Passa alla Camera la legge sull'affidocondiviso. E per i genitori separati si prepara una rivoluzione. A vantaggio dei figli

Passa alla Camera la legge sull'affidocondiviso. E per i genitori separati si prepara una rivoluzione. A vantaggio dei figli

Un caffè con Donna Moderna

La legge sull'affido condiviso ha compiuto un importante passo avanti: ha ottenuto il sì della Camera. Se anche il Senato l'approverà, per i figli di genitori separati molte cose cambieranno. E molti drammi dovrebbero essere evitati. Con Jole Santelli, sottosegretario alla Giustizia, ripercorriamo le principali novità.

>>Il figlio è affidato ai due genitori
«Per la prima volta si afferma il principio della bigenitorialità. E cioè che il figlio ha il diritto irrinunciabile di mantenere solidi rapporti sia con la mamma sia con il papà» spiega il sottosegretario. «Il giudice, quindi, deve fare di tutto per evitare l'affido esclusivo a uno dei due». Oggi in 86 casi su cento è la madre a ottenerlo.

>>Più controlli sui redditi
«Si stabilisce che entrambi i coniugi devono provvedere al mantenimento dei figli in modo proporzionale al loro reddito» continua Jole Santelli. «Diventano più rigorosi i controlli per accertare la vera situazione economica dei genitori».

>>L'assegno ai figli maggiorenni

«Per la prima volta si stabilisce che i figli con più di 18 anni, economicamente dipendenti, possono incassare personalmente l'assegno del genitore».

>>Via dalla casa se ci si risposa

«La casa è assegnata in base alle esigenze del figlio. Il genitore che la abita perde il diritto di farlo se inizia una nuova convivenza o si risposa».

>>Multa a chi non rispetta gli accordi
«Se uno dei coniugi non rispetta gli accordi» conclude il sottosegretario «potrà essere obbligato a risarcire i danni. Abbiamo previsto anche sanzioni penali e amministrative». Le multe vanno da 75 a 5 mila euro.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna