del

Cancellarsi da Google: l’oblio è pericoloso?

di Paolo Federici
Vota la ricetta!

Un caffè con Donna Moderna

Paolo Federici
Un'opinione di

Paolo Federici

Giornalista da 25 anni, ha scritto di ambiente, scienza, salute, medicine alternative, benessere,...

Cancellarsi da Internet? Impossibile. Cancellarsi da Google? Pure: ma da qualche settimana esiste un modulo che, in certi casi, permette di chiedere che venga fatto. A tutela del nostro "diritto all'oblio".

La Corte europea ha stabilito che noi (noi europei) possiamo chiedere ai motori di ricerca di eliminare i link che rimandano a “informazioni non più rilevanti”. Come quella del signore spagnolo (di cui non faccio il nome perché a lui non piacerebbe, e un po’ di diritto all’oblio ce l’ha) da cui è nato questo caso: non aveva pagato un debito allo Stato e gli era stata messa all’asta la casa. Poi il debito era stato saldato e ora non vuole che, ogni volta che qualcuno digita il suo nome in Internet, venga fuori sempre quella vecchia storia.

C’è qualche problema, però: quanti motori di ricerca bisogna contattare? Ok, Google, e poi? A una veloce ricerca su sul mio motore di ricerca preferito, mi pare di capire che solo quelli italiani siano una cinquantina. Ma sono solo quelli italiani.

Diciamoci la verità: non c’è speranza. Non solo: il signore spagnolo che ha dato il via alla vicenda, paradossalmente, ha dato in pasto a milioni di utenti internet proprio la notizia che avrebbe voluto cancellare.



Quindi, come la mettiamo?
C’è chi (come la Corte di giustizia dell’Unione europea) dice che questa sia una vittoria della tutela della privacy.
C’è chi (come Google) dice che sia una censura e un’arma pericolosa nelle mani dei regimi meno liberi (chi è che decide cosa “non è più rilevante”?).
C’è chi dice che è una discussione un po’ ridicola, perché quelle informazioni rimarranno per sempre, non c’è scampo.
C’è anche chi dice che un’informazione che non si riesce a trovare, è come se non esistesse.

Secondo voi, per la nostra libertà (se proprio vogliamo usare questa parolona) questa che cos’è? Una vittoria, un rischio, una cosa insignificante?

Intanto, in meno di 15 giorni sono fioccate decine di migliaia di richieste a Google. Che, ora, aggiunge un avviso in fondo alla pagina dei risultati della ricerca, per avvisare se un contenuto è stato rimosso...

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna