Come prevenire le malattie cardiache: scoprilo con i fast talk di Donna Moderna

Credits: Shutterstock
/5

Donna Moderna e la Fondazione Italiana per il Cuore hanno organizzato a Milano due eventi dedicati alla prevenzione delle malattie cardiache. Qui trovi i video dei fast talk e anche le ricette salva cuore che sono state preparate durante gli showcooking

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in Italia. Ma per prevenirle non si fa ancora abbastanza. Per questo è partita la campagna "Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore", promossa da Fondazione Italiana per il Cuore in collaborazione con la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione e con il supporto non condizionato di Parmalat. La campagna Cuoriamoci andrà avanti fino al 29 settembre, Giornata mondiale per il cuore, con eventi e iniziative (www.cuoriamoci.it).

LE BUONE ABITUDINI SALVA CUORE
I conti li hanno fatti i ricercatori nel corso dello studio Interheart, condotto in 33 Paesi: in nove casi su dieci per prevenire le malattie cardiovascolari basterebbe smettere di fumare, mantenere un peso normale e praticare un’attività sportiva. «Lo vediamo anche nella nostra esperienza quotidiana» spiega Pablo Werba, responsabile dell’Unità di prevenzione aterosclerosi del Centro Cardiologico Monzino di Milano. «Quando i pazienti correggono gli errori nello stile di vita, i valori della pressione e della glicemia migliorano tanto che spesso non è necessario prescrivere farmaci».

Fai movimento. Secondo i cardiologi bastano 30 minuti al giorno di esercizio moderato per cinque giorni alla settimana. Come camminare a passo veloce, nuotare a rana, andare in bicicletta in pianura. Se preferisci un’attività più intensa, scegli il kickboxing, balli come la salsa o il nuoto a stile libero. In questo caso sono sufficienti 20 minuti di training tre giorni alla settimana. «Ci vuole però costanza» aggiunge il dottor Werba. «Si è visto che se si smette di fare movimento, i benefici per il cuore si perdono rapidamente».

Mangia sano. Lo dimostra lo studio spagnolo Predimed: l’alimentazione mediterranea aiuta l’apparato cardiovascolare e tiene lontano il rischio di infarto e ictus. «I ricercatori hanno visto che la dieta ricca di frutta, verdura e cereali integrali è salutare per il cuore» dice il dottor Werba. Importanti sono i cibi che contengono acidi grassi Omega 3, in particolare gli Omega3 a lunga catena (EPA e DHA) di cui sono naturalmente ricchi alcuni pesci. Secondo gli ultimi studi sono benefici per il sistema circolatorio e in particolare per l’endotelio, cioè lo strato di cellule che riveste l’interno delle arterie. Se non riesci a fare scorta dei preziosi acidi grassi attraverso l'alimentazione, in commercio esistono prodotti addizionati, come il latte arricchito con Omega 3.

Sotto (in questa pagina) trovi le ricette salva cuore che sono state preparate nel corso degli showcooking.

I NOSTRI FAST TALK
Infarto, ictus e trombosi si possono prevenire a tavola e con un corretto stile di vita. Donna Moderna e la Fondazione Italiana per il Cuore - con il supporto non condizionato di Parmalat - hanno organizzato due incontri a Milano (presso la scuola di cucina di Sale&Pepe, in piazza Diaz 5). Gli esperti ci hanno dato consigli per prevenire le malattie cardiovascolari e, durante gli showcooking che hanno accompagnato i due eventi, abbiamo cucinato le ricette più buone e più sane. 

Ti sei persa il primo appuntamento?
Qual è la dieta che tiene sotto controllo il colesterolo e mantiene in salute le arterie: ne hanno parlato il 26 aprile la nostra giornalista Annaleni Pozzoli e la dottoressa Emanuela Greco, medico endocrinologo della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione e ricercatore presso l’Università La Sapienza di Roma. All’appuntamento era presente anche lo chef Daniel Canzian, patron del ristorante Daniel a Milano, che ha risposto a tutte le curiosità su cibi salutari e ricette da portare in tavola. GUARDA IL VIDEO DELL'EVENTO.

Ti sei persa il secondo appuntamento?
Vuoi migliorare il tuo stile di vita? Cerchi un modo facile per cominciare a fare attività fisica? Il 3 maggio a nostra giornalista Stefania Carlevaro ha intervistato il dottor Pablo Werba, responsabile dell’Unità di prevenzione aterosclerosi del Centro Cardiologico Monzino di Milano e, insieme alla personal trainer Viviana Ghizzardi, dottore in Scienze motorie, docente di pilates e professional yoga therapist, ci ha proposto semplici programmi di fitness. GUARDA IL VIDEO DELL'EVENTO.


LE RICETTE SALVA CUORE

Questa è la ricetta salva cuore firmata dallo chef Daniel Canzian che abbiamo proposto al primo fast talk. 

SGOMBRO IN CROSTA QUINOA E SALSA AGRODOLCE

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
2 SGOMBRI DA 500gr CIASCUNO
100g DI SALSA AGRODOLCE
1 CUCCHIAIO DI CAPPERI SOTTO ACETO
12 FALDE DI SCALOGNO SOTTO ACETO
8 CIPOLLOTTI SOTTO ACETO
500 GRAMMI DI TEMPURA
200 GRAMMI DI QUINOA SOFFIATA
4 FIORI DI ZUCCA
1 ZUCCHINA VERDE
1 ZUCCHINA GIALLA

PER LA QUINOA SOFFIATA
Quocere la quinoa in abbondante acqua salata per 30 minuti. La quinoa dovrà risultare stracotta. Scolare. Stendere su una placca la quinoa ed essiccarla in forno a 70 gradi per circa 6 ore. Friggere la quinoa in olio a 160 gradi. Asciugare con carta assorbente, salare e conservare.

PER LA SALSA AGRODOLCE
600 GRAMMI DI ZUCCHERO
150 GRAMMI DI ACQUA
500 GRAMMI DI ACETO BIANCO
UN PIZZICO DI SALE

Unire tutti gli ingredienti e far ridurre di un terzo, facendo bollire molto lentamente. Lasciar raffreddare.

PER LE VERDURE
Lavare le zucchine, tagliarle a metà e affettarle per il lato lungo nell'affettatrice con spessore di 3 mm circa. Pulire i fiori di zucca levando loro il pistillo.

PER LO SGOMBRO
Sfilettare lo sgombro. Dividere i filetti a metà longitudinalmente; con i filetti ottenuti formare tranci a forma di losanga da 4-5 centimetri

PER LA TEMPURA
375 GRAMMI DI FARINA 00
125 GRAMMI DI AMIDO DI MAIS
250 GRAMMI DI ACQUA FRIZZANTE

Unire il tutto sino ad avere la consistenza classica di una pastella.

ESECUZIONE PIATTO
Rendere i filetti di sgombro, passare solo la parte della polpa nella tempura e subito dopo nella qunoa soffiata.
Le zucchine e i fiori di zucca devono essere immersi completamente nella tempura.
Friggere tutto in olio precedentemente riscaldato a 180 gradi fino a quando la tempura non sia completamente croccante.

IMPIATTAMENTO
Stendere la salsa agrodolce a specchio sul piatto, adagiare 3 capperi, 3 falde di scalogno e un cipollotto sopra la salsa, infine posizionare lo sgombro e le verdure.


Queste sono le ricette cucinate in diretta da Monica Cesari Sartori, chef della scuola di cucina di Sale&Pepe, durante l'evento del 3 maggio.

POLPETTINE DI VERDURE CRUDE

8 piccole carote freschissime
3-4 coste di sedano
1 cipolla bianca
4 fette di pane di Altamura
3-4 cucchiai di quinoa lessata
2 vasetti di yogurt greco light
il succo di 1 limone
tabasco, meglio se verde
qualche stelo di erba cipollina
olio extravergine di oliva
sale

1 Trita le verdure. Spella la cipolla, lavala e asciugala. Tagliala a metà e poi a dadini piccoli. Raschia le carote, lavale, asciugale con carta da cucina e tagliale prima a listerelle dello spessore di 1/2 cm e poi a dadini con un coltello affilato. Lava le coste di sedano, spuntale, togli gli eventuali filamenti staccandoli con un coltello o con un pelapatate e riducile a dadini. Raccogli tutte le verdure in una ciotola e mescolale.

2 Prepara le polpette. Disponi le fette di pane una sull'altra sul tagliere e privale della crosta usando un coltello seghettato. Sbriciola le fette, trasferiscile nel bicchiere del mixer e frullale fino a ottenere un composto omogeneo. Unisci il pane al trito di verdure e la quinoa e condisci con un filo d'olio, metà del succo di limone, sale e qualche goccia di tabasco. Lavora bene il tutto con le mani, compattando bene e forma tante polpette della grandezza di una noce.

3 Fai la salsa. Trasferisci lo yogurt in una ciotola, aggiungi il succo di limone rimasto, un pizzico di sale, qualche goccia di tabasco e gli steli di erba cipollina tagliuzzata con le forbici. Versa a filo 4 cucchiai di olio, continuando a mescolare fino a ottenere una salsina omogenea. Servi le polpette crude di verdure con la salsina preparata decorando, a piacere, con qualche stelo di erba cipollina, nastri di carota e cipolla e fettine di limone.

MINICHEESECAKE ALLA FRUTTA (O MINICHEESECAKE SENZA PECCATO)

Per la base croccante:
15 fette biscottate INTEGRALI (circa 120 g) o la stessa quantità di biscotti integrali senza uova e senza grassi
45 g di granella di nocciole o di pistacchi o di mandorle o gherigli di noce
2 cucchiai di olio di oliva o di semi di arachidi o girasole
2 cucchiai di zucchero di canna fine

Per la crema:
100 g di ricotta light
150 g di formaggio spalmabile light
120 g di miele o sciroppo di agave o zucchero d canna fine
300 g di yogurt greco light (0%)
8 albumi
50 g di confettura di frutta light
frutta mista di stagione
foglioline di menta o melissa o salvia ananas

1 Prepara la base della torta. Trita al mixer le fette biscottate o i biscotti e la granella scelta o le noci, quindi aggiungi lo zucchero di canna e l'olio. Frulla ancora, fino a ottenere un composto omogeneo. Distribuiscilo in stampini individuali, pressandolo sul fondo per compattare.

2 Fai la crema. Monta con una frusta elettrica o passa al mixer il formaggio, la ricotta, gli albumi, il miele e lo yogurt. Versa il composto negli stampini, sulla base preparata con le fette biscottate o i biscotti e trasferisci in forno già caldo a 140°C per circa 00 minuti. Infine togli dal forno e lascia raffreddare a temperatura ambiente. Quando saranno freddi, metti li tortini in frigo per una notte. Sforma i cheesecake.

3 Completa e decora. Sforma delicatamente le mini cheesecake; quindi spalma delicatamente la superficie con la confettura usando il dorso di un cucchiaino. Pulisci la frutta, lavala, asciugala e taglia a fettine o a pezzetti o lasciala intera (per esempio i frutti di bosco), a seconda della frutta scelta (per evitare che la superficie si scurisca, irrora la frutta con un po' di succo di limone); decora la torta accavallando leggermente le fettine di frutta, quando necessario. Infine, guarnisci con qualche fogliolina di menta o melissa e servi.

La salute del cuore passa per la tavola

Scegliendo gli alimenti giusti possiamo fare molto per la salute del cuore: Parmalat ci aiuta con

leggi
Riproduzione riservata
Stampa