del

Da Hollywood all’Italia è scoppiata la skull-mania

di Giusy Cascio
Vota la ricetta!

Lo indossano le star su T-shirt e foulard. Lo portano le teenager al collo e sulle borse. Lo scelgono gli artisti per i loro capolavori. Il simbolo dei pirati è diventato un must

Lo indossano le star su T-shirt e foulard. Lo portano le teenager al collo e sulle borse. Lo scelgono gli artisti per i loro capolavori. Il simbolo dei pirati è diventato un must

Un caffè con Donna Moderna

Skull is glam, il teschio è di tendenza. Una moda che arriva dagli Stati Uniti per approdare in passerella, al cinema, per le strade delle metropoli. Disegna teschi Dior nei gioielli per signore e Alexander McQueen nel foulard che fa impazzire le dive. Compaiono al polso e ai piedi delle teenager. Sottoforma di bracciali charms, come quelli della stilista americana Tarina Tarantino, amata dalla rockstar Avril Lavigne e da Paris Hilton.

O ancora, ci sono teschi sui tessuti delle scarpe, proprio come nelle Vans indossate dai pargoli di Angelina Jolie o sulle pantofoline di Lapo Elkann. "Che orrore, sono un simbolo di morte!" qualcuno storce il naso. Nient'affatto. Il teschio è la nuova icona chic. "L'emblema moderno della vitalità" ha dichiarato l'artista inglese Damien Hirst, autore della scultura più provocatoria del momento: For the Love of God ("Per amore di Dio"), un teschio extralusso, tempestato di 8.601 diamanti, che vale 75 milioni di euro. Ma da dove nasce la teschio-mania? "Dal periodo che stiamo vivendo" risponde Cristina Giorgetti, storica del costume e della moda. "L'attualità parla di catastrofi incombenti, attacchi terroristici, disastri ambientali. Indossare un vessillo di morte, paradossalmente ha una funzione scaramantica: protegge dai pericoli".

E lo fa con un'immagine forte: "Conquista i giovani perché dà l'idea della sfida" aggiunge Paulo Vacano, fondatore della casa d'arte DragoLab e ideatore della mostra The Skulls of Rome, dedicata al tema dei teschi (fino al 30 giugno allo spazio Undercool di Roma, tel. 3939838480). Troviamo scheletri su T-shirt di rockstar come James Blunt e su bandane e polsiere da "cattive ragazze" come Asia Argento e Britney Spears, che si ispirano al punk degli anni Settanta. "Rispetto allo slogan pessimistico "No future", nessun futuro, dei punk però, oggi il teschio significa vittoria sul destino" dice il sociologo Francesco Morace del laboratorio di tendenze Future Concept Lab di Milano. "Ora si porta con l'ironia di Johnny Depp nella serie Pirati dei Caraibi.

In colori frivoli, fluo o rosa. Scheletri innocenti compaiono persino sugli zainetti Disney. In fondo, il teschio è una parte del nostro corpo, anche se non è visibile. Il messaggio è chiaro: non fermarsi all'apparenza, ma andare in profondità". Magari con un tocco di romanticismo... "Perché indossato dalle donne il teschio fa da richiamo erotico" conclude la psicanalista Anna Salvo. "C'è uno stretto legame tra amore e morte. Non a caso, da sempre, si dice: "Ti amo da morire", no?".

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna