Frutta essiccata: 3 ricette da gourmet

PREPARA COSÌ ANCHE AROMI E VERDURE PREPARA COSÌ ANCHE AROMI E VERDURE

/5

Disidratare mele, prugne e albicocche è una tecnica antica che conserva i sapori al naturale. E dà un gusto estivo anche ai piatti d’autunno

L’orto ha prodotto una grande quantità di verdura o ne hai comprate troppe al mercato e non sai cosa farne? Non buttare nulla, leggi qui.

Prova l’essiccatore Disidratare è la nuova tendenza che recupera un’usanza antica, quando i contadini seccavano i frutti estivi per l’inverno. Oggi puoi farlo usando essiccatori casalinghi come quello a sei piani di appoggio che vedi nella foto.
Metti al sole o in forno  Se non hai un essiccatore, disponi il cibo su vassoi foderati con fogli di carta da forno e mettili in pieno sole, coperti da una garza, per almeno 6-7 giorni (di notte dovrai ritirarli in casa). In alternativa, tienili nel forno a 30-40° per 3-4 giorni. In inverno puoi disidratare le scorze di agrumi appoggiando i vassoi sui termosifoni.
Insaporisci le preparazioni  Verdure ed erbe aromatiche essiccate danno gusto a sughi, torte salate, polpettoni, arrosti e zuppe. La frutta, invece, è squisita per i dessert: la usi nelle torte, nei biscotti e nelle creme. Tagliata a pezzettini si aggiunge alle macedonie, con lo yogurt diventa un muësli leggero. Infine, puoi mettere le scorze degli agrumi essiccate nei sacchettini di garza per profumare la biancheria.

Scelti per te