del

Instagram censura Samm. È grassa.

di Roberta Diliddo

Una diciannovenne statunitense viene censurata da Instagram, gli chiudono addirittura l'accaunt. Motivo? Troppo grassa per postare foto in mutande e reggiseno.

Un caffè con Donna Moderna

Una diciannovenne statunitense viene censurata da Instagram, gli chiudono addirittura l'accaunt. Motivo? Troppo grassa per postare foto in mutande e reggiseno.

Un'opinione di

Roberta Diliddo

Cresciuta tra i fornelli, i ricordi più belli della sua infanzia sono con la mamma e le sue...

Oggi esce questa notizia: "Instagram mi censura perché sono grassa". Oggetto della censura una ragazza statunitense di 19 anni, Samm Newman. Samm ha avuto l'ardire di postare sul suo profilo dei selfy in cui è in mutandine e reggiseno.

E Instagram sembra dire:

"Beh,  Samm... mi spiace, ma non hai il fisico per mostrare il tuo corpo sul nostro social"

Risultato? Censurate le foto e chiuso l'account. Ora Instagram si giustifica e dopo le accuse di Samm riapre il suo profilo.

Instagram è un social network che permette di scattare fotografie e condividerle con gli altri account che normalmente utilizzi (Facebook, Twitter, Flickr, Tumblr, ecc.). Quindi le tue foto sono viste da molte persone.

La cosa che mi ha colpito è la tenerezza di quella ragazzina, quella faccina rossa quasi imbarazzata. Mi chiedo perché sia caduta anche lei nella trappola dell'apparenza.

Stimo la forza e il coraggio che dimostra a soli 19 anni nell'accusare un colosso come Instagram. Chissà se sapeva che tutti avrebbero commentato il suo aspetto? E chissà se si sarà pentita di essersi esposta tanto?

Io sono molto preoccupata per come la rete espone gli adolescenti, sarà che sono mamma e comincio a pensare che dovrò lottare inutilmente per proteggere mio figlio.

Il web non è né buono né cattivo. È libero. Ma la libertà è un bene prezioso che si deve saper amministrare. Devi capire quale sia il tuo limite su quell'infinito, oltre il quale non devi andare per non farti male.

Ma non è semplice neanche per noi adulti a volte non farsi prendere la mano, immagino per una ragazzina. Lei rivendica la sua identità. Se non ci sei non esisti! Ma che prezzo è disposta a pagare per un esistenza virtuale lo deve decidere da sola.

Come gestite voi i vostri ragazzi? Siete tranquilli quando sono in camera davanti a un computer? Fatto salvo che non si può fermare il tempo, voi riuscite ad essere aggiornati e consapevoli?

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna