del

L’appello disperato di Giuliana Sgrena

di Sara Sironi
Vota la ricetta!

"Aiutatemi, via le truppe dall'Iraq": il video girato dai rapitori della giornalista italiana è stato trasmesso anche in Italia. Una testimonianza drammatica rivolta al compagno, al governo e a tutto il popolo italiano

"Aiutatemi, via le truppe dall'Iraq": il video girato dai rapitori della giornalista italiana è stato trasmesso anche in Italia. Una testimonianza drammatica rivolta al compagno, al governo e a tutto il popolo italiano

Un caffè con Donna Moderna

"Aiutatemi, la mia vita dipende da voi, fate pressioni sul governo perché ritiri le truppe": il video girato dai rapitori di Giuliana Sgrena è drammatico. La giornalista rapita in Iraq venerdì 28 gennaio chiede aiuto al compagno Pier, a tutti gli italiani: "Sono venuta qui, a fine gennaio, per testimoniare la situazione di questo popolo, che muore ogni giorno, migliaia di persone sono in prigione, bambini, vecchi e donne sono violentate, e la gente muore ovunque, per strada, non ha più niente da mangiare, non ha più elettricità, non ha acqua, vi prego mettete fine all'occupazione, lo chiedo al governo italiano, lo chiedo al popolo italiano perché faccia pressione sul governo".

Il video è stato inviato all'agenzia Associated Press questa mattina dal gruppo "Mujaheddin senza confini": la scenografia è piuttosto anomala, senza bandiere sullo sfondo né uomini armati nell'inquadratura. Solo la scritta in sovraimpressione sul video riporta il nome del gruppo dei rapitori.

Giuliana Sgrena indossa una casacca verde (il colore dell'Islam), non è legata e ripete con angoscia l'appello "aiutatemi", traducendo anche in francese la sua disperata richiesta. "Questo popolo non deve più soffrire così, ritiratevi dall'Iraq. Nessuno deve più venire in Iraq perché tutti gli stranieri, tutti gli italiani qui sono considerati nemici, per favore fate qualcosa per me".

"Ho paura che finisca male" ha dichiarato il padre di Giuliana Sgrena, sconvolto dal video mandato in onda in Italia da Tg La7, dal Tg1, da Studio Aperto e dal Tg3 intorno a mezzogiorno.

le ultime notizie sulla vicenda »

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna