Le emozioni della settimana: alberi

  • 1 10

    Abbraccio

    Patrick Blanc, architetto francese, ha appena realizzato l'hotel Athenaeum di Londra: un ardito abbraccio fra piante e cemento.
    I progettisti all'avanguardia cercano il punto d'incontro fra la costruzione dell'uomo e quella della natura.
    Ma il futuro non è solo questo. È l'archiborescenza ideata dal belga Luc Schuiten: costruire la città imitando i processi naturali e con materiali biologici.

  • 2 10

    Rispetto

    L'associazione Patriarchi della natura ha censito gli alberi più antichi d'Italia.
    Sono maestosi per età e magnificenza.
    Come questo platano di Caprino Veronese: ha 640 anni e si dice che cento bersaglieri siano riusciti a nascondersi fra le sue chiome.
    Catalogare (e rispettare) questi grandi vecchi dà informazioni preziose: sono loro le piante più adatte all'agricoltura sostenibile del futuro.

  • 3 10

    Sensibilità

    La salvia è generosa: se un ''familiare'' è ferito, rilascia sostanze che rinforzano il sistema immunitario.
    La menta è competitiva: se ha accanto un'altra aromatica, si moltiplica fino a soffocarla.
    Le piante hanno relazioni e sensibilità paragonabili alle nostre.
    Non è un luogo comune da estremisti del pollice verde, ma uno studio dell'ecologa canadese Susan Dudley.
    Però di rado siamo sensibili con loro.

  • 4 10

    Magia

    Uomini che si lanciano in volo dai rami.
    No, l'effetto è ottenuto con cavi metallici, specchi, impalcature e acrobazie.
    Ed è il frutto della fantasia visionaria e ingegnosa di un artista cinese 40enne, Li Wei, che nelle sue foto ritrae sempre persone ''volanti'' (se siete curiosi: www.liweiart.com).
    Chi non ha mai sognato di essere un uccello e di vivere su un albero?

  • 5 10

    Amore

    La prestigiosa rivista New Scientist ha appena pubblicato lo studio di un'équipe canadese.
    Prove alla mano, dimostra che, per limitare il riscaldamento del Pianeta, è più efficace piantare alberi in Canada, Russia ed Europa che in India, Brasile e Cina.
    Quindi, soprattutto in queste zone, bisognerebbe fare come in Norvegia, un Paese che ama davvero le sue foreste: per ogni albero abbattuto se ne devono ripiantare due.

  • 6 10

    Gratitudine

    Non c'è pianta a cui non dobbiamo gratitudine, per la sua capacità di assorbire CO2 e restituire ossigeno.
    Ma certe specie purificano di più. L'ha scoperto il Centro Servizi per il florovivaismo di Canneto sull'Oglio (Mn): tiglio selvatico (nella foto), biancospino e frassino sono risultati campioni antismog.
    1.800 tigli sono già pronti per essere piantati lungo il nuovo Passante di Mestre.

  • 7 10

    Il linguaggio del corpo

    «Nei miei corsi, chiedo alle persone di disegnarsi in forma di pianta: l'albero simboleggia l'uomo.
    Perciò come leggiamo il linguaggio del nostro corpo, possiamo leggere quello dell'albero» dice Francesco Padrini,  psicoterapeuta.
    «A destra, le piante della Casa Bianca, a Washington, hanno la chioma - la loro parte espressiva - conservata in ogni minimo ramoscello, potata con delicatezza: così possono mostrare (e realizzare) la loro natura.
    A sinistra, due alberi potati a Milano. Da noi si usa mutilarli, per risparmiare e per paura che i rami cadano. Uno scempio che, oltretutto, non ottiene gli effetti sperati: tagliati così, i rami si indeboliscono e si spezzano più facilmente. E la pianta, privata delle fronde, compensa espandendo le radici. Vicino a casa mia ce ne sono che spaccano l'asfalto...».

  • 8 10

    Freschezza

    Gli alberi sono stati tra i soggetti preferiti dei pittori di paesaggi, come il francese Camille Corot, morto nel  1875.
    A lui e ad altri naturalisti dell'epoca, Verona, in collaborazione con il Louvre, dedica una bella mostra dal titolo Corot e l'arte moderna (fino al 27 marzo).
    Questi alberi protesi su uno stagno danno la sensazione di aria fresca e frizzante che doveva provare il pittore mentre li dipingeva.

  • 9 10

    Piacere

    L'ecoarchitetto Roald Gundersen ha una mania: costruire case sostenibili al 100 per cento.
    Usa tronchi interi, che reggono più peso delle travi; li prende da piante della zona, il Wisconsin (niente trasporto, zero emissioni di CO2), e sceglie solo quelle malate.
    Nelle sue stanze ci si sente come in un bosco, ma con ogni comfort.
    Un piacere in più: una casa così costa 15 mila dollari (www.wholetrees.com).

  • 10 10

    Meraviglia

    Questa spettacolare betulla vive nel Parco Nazionale Thy, in Danimarca
    Lo scatto è di Sandra Bartocha, una dei 50 fotografi impegnati nel progetto Wild wonders of Europe: girano l'Europa per ritrarne la straordinaria biodiversità.
    Il risultato è un catalogo delle nostre meraviglie animali e botaniche (vi consigliamo www.wild-wonders.com
    Le foto girano in mostre itineranti.

/5
di

Francesca Magni

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te