del

L’esercizio top per eliminare il rotolino

di Barbara Rachetti

Il rotolino sopra l'ombelico non si butta giù con i crunch. Ecco gli errori da evitare e l'esercizio che funziona davvero

Un caffè con Donna Moderna

Il rotolino sopra l'ombelico non si butta giù con i crunch. Ecco gli errori da evitare e l'esercizio che funziona davvero

Un'opinione di

Barbara Rachetti

Il running è la sua passione. Mamma di due ragazzine, ama tutti gli sport (tranne il calcio), il...

A volte la pancetta resiste a tutto: alla dieta, ai crunch, agli allenamenti sulla cyclette. Stiamo parlando del rotolino che si deposita proprio sopra l’ombelico. Quello, insomma, che azzera il nostro punto vita e più che una clessidra ci fa sembrare un cilindro.
Ma perché anche chi si allena in palestra non riesce a buttare giù questo rotolino? Decido di intervistare la dottoressa Elena Casiraghi, esperta in nutrizione e responsabile dell’Enervit Nutrition Center for Sport&Wellness a Milano. Elena è anche un'appassionata di triathlon (sport che sta conquistando sempre più donne), quindi tutto ciò che dice, è frutto di una sperimentazione, diciamo, "sulla sua pelle". Ecco le sue dritte, utilissime per tutte, a qualsiasi età.

I crunch da soli non servono

Il grasso che ricopre gli addominali è come una piccola corazza: se non ce la togliamo, possiamo fare anche 200 crunch al giorno ma l’effetto sarà solo quello di rendere ancora più sporgente la pancia.

Prima bisogna buttare giù la pancia

Come togliersi questa corazza? Correndo. La corsa è l’attività che più fa dimagrire in assoluto perché “stressa” al massimo l’organismo: la dottoressa Casiraghi mi spiega che nelle cellule ci sono piccoli enzimi che servono a bruciare i grassi. Questi però entrano in funzione solo se vengono attivati, cioè se uno speciale interruttore chimico li accende. E questo interruttore è proprio rappresentato dalla corsa.

Come buttare giù la pancia


Per buttar giù la pancia servono 30-40 minuti di attività continuativa. Solo così si alza la temperatura corporea. L'esperta mi spiega perché: l'attività aerobica oltre la mezz'ora innesca una serie di reazioni chimiche che fanno entrare in gioco gli adipociti bruni, cioè le cellule che si “alimentano” di grasso e che continuano a consumarlo fino ad un paio d’ore dopo l’allenamento.

L’esercizio top per tonificare il punto vita

L'esercizio migliora per eliminare il rotolino non è il crunch ma quello che vedete nella foto sopra (la plank laterale). Funziona perché tutta la fascia laterale del corpo è impegnata a sostenere il nostro peso. In più, quando ci si abbassa e ci si risolleva facendo perno sui fianchi, gli addominali obliqui lavorano in modo molto più intenso che in qualsiasi altro tipo di esercizio.

Perché i crunch non funzionano

Perché allora i crunch non sono altrettanto efficaci? Perché l’unica angolazione in cui l’esercizio funziona è 30 gradi, angolo facile da individuare: è il punto in cui le punte inferiori delle scapole iniziano a staccarsi da terra. Da questo angolo in poi, però, qualsiasi altro movimento è provocato dai muscoli flessori della coscia. In pratica, o siamo sicure di sollevarci esattamente di 30 gradi, o è meglio lasciar perdere perché, oltre a fare un esercizio inefficace, si finisce solo per procurarsi delle lombalgie.


Il numero ideale di ripetizioni

Per avere risultati non bisogna fare tante ripetizioni. I muscoli addominali sono costituiti da fibre a contrazione veloce. Questo tipo di fibre risponde meglio a un allenamento con pesi elevati e, quindi, con numeri bassi di ripetizioni. L’ideale è non superare le 12 per serie (e al massimo 2, eseguite lentamente). In pratica, dovete sollevarvi facendo leva sull'avambraccio e su tutti i muscoli del fianco, facendo attenzione a mantenere una linea unica dal collo ai piedi. Restate così almeno 20 secondi, poi tornate in posizione di partenza per qualche secondo, quindi ricominciate. 


Se farete tesoro di questi consigli, riuscirete a eliminare la pancetta. E poi, lo sapete che noi donne abbiamo più chance di farcela rispetto agli uomini? Leggete qui.

Le donne eliminano il rotolino più facilmente

Dice la dottoressa Casiraghi che abbiamo più grasso rispetto agli uomini (sono le riserve che geneticamente teniamo da parte per affrontare eventuali gravidanze) ma sappiamo anche usarlo (cioè bruciarlo) meglio di loro. È il nostro carburante migliore. In pratica, abbiamo più energia dei maschi. Ecco perché nelle gare di resistenza spesso vinciamo noi. Ma anche nelle diete!

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna