L’esercizio top per i glutei

Credits: Shutterstock
/5
di

Barbara Rachetti

I glutei sono i muscoli più grandi del nostro corpo, i più difficili da tonificare. Ecco gli errori da evitare e l'esercizio più efficace

Un'opinione di:
Il running è la sua passione. Mamma di due ragazzine, ama tutti gli sport (tranne il calcio), il...

Glutei rilassati 

E chi non ce l’ha? È uno dei crucci più grandi di noi donne. La forza di gravità, si sa, gioca brutti scherzi. La verità è che sono i muscoli più grandi del corpo, quindi i più difficili da tonificare. Senza contare, poi, che spesso si fanno esercizi sbagliati, inseguendo falsi miti.

Gli esercizi da non fare

Chi ama le macchine, in genere fa tante ripetizioni con carichi leggeri, mentre il gluteo ha bisogno di un carico importante per essere tonificato. L'abductor machine, che pensiamo l'ideale per scolpire questi muscoli, in realtà fa lavorare il gluteo medio (la parte centrale del gluteo) che ha la funzione di dare stabilità al corpo, quindi non può dare risultati eccellenti. Il muscolo invece su cui dobbiamo lavorare è il grande gluteo, quello, per intenderci, che ci fa camminare. Quindi bisogna scegliere esercizi "camminati".

La pressa poi - che spesso viene fatta utilizzando un numero di ripetizioni basso, con il concetto che così si brucia più grasso - va a tonificare prevalentemente il quadricipite. Perciò meglio non perdere tempo ed energie e fare altro, seguendo alcune regole.

Le regole per tonificare il gluteo

-Il carico dev'essere pesante quindi l'ideale è aggiungere i manubri da almeno 3 chili

-Il gluteo deve muoversi prima in stiramento completo e poi in flessione

- Le ripetizioni devono essere lente

L'esercizio top per tonificare il gluteo


L'affondo è il top per stimolare i glutei perché rispetta la funzione più nobile del grande gluteo: l'estensione dell'anca.

L'ideale è farlo con manubri, proprio perché bisogna usare carichi alti per stimolarlo. E meglio scegliere la versione "camminata".

Bisogna tenere un range di ripetizioni tra le 8 e le 12. All'inizio ne basta anche una, poi l'ideale è arrivare a 3.





Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te