del

Ma perché i regali non li porta Babbo Natale!!!

Vota la ricetta!

Di sicuro i nostri fidanzati, fidanzate, amici e genitori non leggono la letterina in cui noi ogni anno diligentemente stiliamo la lista dei nostri desideri. Basta vedere quello che puntualmente ci ritroviamo sotto l'albero...

Di sicuro i nostri fidanzati, fidanzate, amici e genitori non leggono la letterina in cui noi ogni anno diligentemente stiliamo la lista dei nostri desideri. Basta vedere quello che puntualmente ci ritroviamo sotto l'albero...

Un caffè con Donna Moderna

Babbo Natale non esiste. La prova? I regali che tutti noi riceviamo ogni anno a Natale. Sono cinque anni che nella mia letterina scrivo che vorrei un trilocale in via Washington, ma abito ancora in un monolocale di Niguarda. Questa è la conferma che Babbo Natale non esiste e che ai nostri regali ci pensano fidanzati, fidanzate, amici e genitori. Per una decina di giorni la convinzione di essere circondati da eroinomani è piuttosto concreta e giustificata, ma poi passa.

Ecco cosa vi attenderà tra qualche giorno.

Fidanzato coccoloso. Lui vi regalerà sempre e comunque un peluche finché la Trudi non vi separi, fa niente se con i regali precedenti vi siete messe a fare concorrenza a Cattelan impiccandone ¾ nel parco sotto casa, perché per lui il regalo deve essere coccoloso. Voi siete la sua "cicciolina piccolina patatina". Il suo trottolino amoroso. Il peluche, inutile dirlo, sarà accompagnato dall'immancabile biglietto di Anne Geddes con i neonati inseriti nella frutta. Il poverino ignora che in Italia sia andato in onda Sex and the City, così come ignora che voi non solo abbiate visto tutti gli episodi, ma pure acquistato il cofanetto con tutte le stagioni perché in lingua originale i dialoghi sono più spinti.

Fidanzato pornomane. Ogni anno, con la scusa che Natale è vicino a capodanno, lui vi regala un completo intimo. Fin qui nulla di strano, potrebbe anche farvi piacere. Peccato che lui non lo compri da Intimissimi o da Victoria's Secret, bensì da LaZoccolona.com. L'anno scorso vi è toccato il completo da porno-infermiera in lattice bianco con finta siringa della Mattel. Quest'anno pare sarà la volta della vigilessa del fuoco. Usate il casco. In testa. Sulla sua, di testa.

Fidanzato convinto. Il regalo più bello che ricevete ogni anno è il suo. Purtroppo questa è la sua convinzione ed è ben lontana dalla realtà. Il fatto è che se ne vanta pure con gli amici e i vostri genitori. Bene, ora però qualcuno dovrebbe spiegargli perché le borse che lui vi ha regalato negli ultimi cinque anni sono tutte ammonticchiate nell'armadio ancora nel sacchetto del negozio. Forse perché quella roba da sciura non la porterebbe neppure vostra zia Assunta per andare al mercato rionale? La soluzione è soltanto una: lavaggio del cervello. Sussurrategli nel sonno: Birkin, Balenciaga, Dior... Birkin, Balenciaga, Dior... Birkin, Balenciaga, Dior...

Ci chiamano bambine. Non c'è nulla da fare, per i vostri genitori voi sarete sempre le loro bambine. Ma è possibile che non esista un modo per far loro comprendere che il pigiamino rosa con il fiocco da undicenne magari non è proprio l'ideale per voi che avete terminato l'università da qualche anno? Per voi che la sera vi coricate in compagnia di un uomo e che quel pigiama ha effetti devastanti su una vita sessuale già prossima al nirvana?

Amici amici, amici un... I regali degli amici sono meravigliosi. È da questi che vi rendete conto che nonostante le migliaia di aperitivi e cene, nessuno di loro vi conosce. La prima tentazione sarebbe di ripudiarli tutti. Mandarli a quel paese. Ché voi un libro di De Carlo non lo usereste nemmeno per pareggiare la lavatrice, e che cavolo! Poi vi calmate. Sorridete e li ringraziate per il meraviglioso regalo. Perché di passare i prossimi 18 sabati sera a guardare per la quarta volta Sex and the City non ne avete nessuna voglia.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna