Maternità, basta dire che è tutto rose e fiori

Credits: Getty Images
/5
di

Marzia Nicolini

A riaccendere il dibattito sulle luci e le (tante) ombre dell'essere mamma è la modella Chrissy Teigen, neo mamma. Ma non è la sola a dichiarare la fatica della maternità. Ecco le altre star che si sono "liberate": perché ammetterlo aiuta a stare meglio

Sentirsi stanche, nervose, fuori forma, irritabili, malinconiche. Sensazioni comuni a molte neo mamme, travolte dal ciclone inarrestabile di poppate-pannolini-ruttini-notti in bianco-corpo ingrossato-stanchezza-zero tempo per sé. Eppure, l'argomento baby blues (la depressione post parto) resta ancora un tabù. Come se fosse un peccato confessare che no, non sempre la realtà dei primi mesi della maternità è esattamente quella da Mulino Bianco. 

L'ultimo sfogo salutare di Chrissy Teigen

Ad accendere il dibattito, in chiave auto ironica, è la bellissima moglie del cantante John Legend, la modella americana Chrissy Teigen, 30 anni. Rimasta incinta grazie alla fecondazione in vitro, la top ha partorito ad aprile la piccola Luna Simone. Da sempre molto sincera sui suoi problemi di fertiliità suoi e del marito - «se fosse stato possibile, avremmo avuto dei figli già cinque, sei anni fa», aveva dichiarato - ha rilasciato dichiarazioni altrettanto schiette sulle difficoltà di gestire un bebè, ridendo degli orribili reggiseni per allattare, dei vomitini della sua Luna e delle sue imperfezioni da neo mamma.

Anche le star ammettono la fatica dell'essere mamma

Chrissy Teigen ha scelto l'ironia per tirare fuori il baby blues, ma non è la prima mamma celebre ad esporsi. Qualche tempo fa la reginetta dei selfie Kim Kardashian ha detto la sua sulla dolce attesa, aspettando il secondo figlio Saint: «per me la gravidanza è la peggiore esperienza della mia vita. Non mi piace questo momento e non capisco come la gente possa trovarlo bello. Forse è il gonfiore, o il mal di schiena o il solo fatto di sentire il corpo che si espande e non si adatta a nulla. Mi sento sempre come se non fossi nella mia pelle». E ancora: «la gente semplicemente non vi dice tutte le cose che avvengono durante la gravidanza o dopo. Sapete per esempio che dovrete indossare un pannolino per i due mesi successivi? È così sexy!».

Anche l’attrice Megan Fox, che aspetta il terzo figlio, confessa il dolce-amaro dell'essere mamma: «Non sempre sento di riuscire a dare loro il 100% e questo mi crea molti sensi di colpa». E poi Alena Seredova, che poco tempo fa si sfogò: «Mi innervosisco quando leggo qualche intervista di attrici o showgirl che dopo il parto dicono: “Non è cambiato niente nella mia vita. Tutto è fantastico”. Oppure: “Non faccio nessuna dieta, niente palestra: sono tornata subito in forma, ho gli addominali tonici di natura”. La donna normale, leggendo, si sente uno schifo...La verità è un’altra: alla sessantesima cacca e dopo l’ennesima notte insonne, ognuna di noi ha pensato, almeno una volta: “Ma chi me l’ha fatto fare?”».



  • 1 11
    Credits: Getty Images
    La modella Chrissy Teigen con il marito John Legend
  • 2 11
    Credits: Getty Images
  • 3 11
    Credits: Getty Images
    L'attrice Megan Fox aspetta il terzo figlio dopo Noah, 3 anni e mezzo, e Bodhi, 2
  • 4 11
    Credits: Getty Images
  • 5 11
    Credits: Olycom
    Kim Kardashian con Saint, il secondogenito, nato il 5 dicembre del 2015. L'attrice ha già un figlio, North, che ha 3 anni.
  • 6 11
    Credits: Getty Images
  • 7 11
    Credits: Getty Images
    La showgirl Alena Seredova con i figli David e Louis
  • 8 11
    Credits: Getty Images
  • 9 11
    Credits: Getty Images
    La showgirl Alena Seredova con Gianluigi Buffon, padre dei suoi due figli, ai tempi del loro matrimonio, finito ufficialmente nel 2014.
  • 10 11
    Credits: Getty Images
    L'attrice Scarlett Johansson, 41 anni, è mamma della piccola Rose, nata il 5 settembre del 2014
  • 11 11
    Credits: Getty Images

L’importante è dirlo e urlare al mondo – a tutti – le fatiche dell’essere mamma. Un atteggiamento liberatorio che, concorda la psicologa e psicoterapeuta Serenella Ricci, «può aiutare a prevenire il rischio di baby blues, la depressione post parto. Ricordiamoci che l'ironia è una delle armi di difesa più efficaci a nostra disposizione. E in una fase delicata come quella dei primi mesi di vita di un bambino, per una mamma può diventare vitale».

Se l'ironia non è esattamente il vostro forte, «l'importante è non tenersi tutto dentro», sottolinea la dottoressa Ricci. «Una neo mamma ha bisogno di confidarsi ed esprimere quello che sente, senza paura del giudizio altrui: ricevere l'appoggio o anche solo l'ascolto di un'amica o del partner può servire come valvola di sfogo, aiutando a contrastare il senso di scoraggiamento che spesso sopravviene (ed è del tutto naturale). Così come richiedere un'ora di tempo per sé, fosse anche solo per fare una passeggiata o mangiare un gelato. Evitate, insomma, di fare le super eroine e rassicurare chi vi sta attorno che va sempre tutto bene se non è la verità».

In fondo, forse, ha ragione Scarlett Johansson (mamma della piccola Rose, un anno e mezzo): «essere madre è faticoso nel modo più meraviglioso del termine».


Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te