del

Papa Francesco apre al diaconato femminile

di Michela Murgia

Un caffè con Donna Moderna

Michela Murgia
Un'opinione di

Michela Murgia

Nata in Sardegna, con il romanzo Accabadora (Einaudi, 2009), tradotto in più di 20 lingue, ha vinto...

La cosiddetta “svolta storica” della modestissima legge sulle unioni civili non è nulla rispetto all'apertura di Papa Francesco sul diaconato femminile, che arriva come un vero meteorite nella vita della Chiesa.

L'affermazione segna infatti una sterzata brusca rispetto alle centinaia di anni di continuità della chiusura alla ministerialità femminile, difesa strenuamente dai due papi precedenti anche nell'accesso ai gradi minori. Gesù non l'ha fatto, la Chiesa non l'ha mai fatto e dunque perché dovremmo farlo noi, si sono chiesti per decenni i vescovi.

Perché le donne diacono sono una possibilità per l'oggi, ha risposto serafico papa Francesco, rivelando il cuore della sua visione teologica: i cristiani devono prendersi cura non solo della tradizione, ma anche di un oggi che ha domande a cui le risposte del passato possono non bastare più. Ora, dopo le dichiarazioni, attendiamo i fatti.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna