del

Perché il nero è il nuovo nero

di Blimunda
Vota la ricetta!

Dal medioevo ai giorni nostri, l'evoluzione di un colore che è diventato simbolo, storia, moda. E che ci piace sempre da impazzire

Dal medioevo ai giorni nostri, l'evoluzione di un colore che è diventato simbolo, storia, moda. E che ci piace sempre da impazzire

Un caffè con Donna Moderna

Colore non colore, simbolo di lutto per alcune culture, di gioia per altre.

Tinta modaiola per eccellenza, che va su tutto, snellisce, fa chic e non impegna, risorsa benedetta di quando ci troviamo in ritardo, nel panico davanti a un armadio spalancato. Ma anche colore storico che ha attraversato i secoli marcando alcune pietre miliari della nostra storia.

Nel bellissimo libro Nero, storia di un colore, di Michel Pastoreau, convergono biografia e genealogia di una nuance che ha fatto la nostra storia. Dalle origini, con la cupa mitologia delle tenebre, al medioevo con i suoi bestiari e la sua iconografia diabolica, fino all'apparire del Cavaliere Nero. Passando attraverso i primi incontri della cristianità con le pelli scure ed episodi della vita di Cristo (Gesù apprendista da un tintore, in Tiberiade). Ma anche tramite scoperte rivoluzionarie come la stampa, che portò alla nascita di un mondo in bianco e nero e di modi di dire come "Scritto nero su bianco" che resistono ancora oggi, nell'era delle tecnologie digitali.

E che, ovviamente,non può prescindere dalla moda. Dagli abiti protestanti fino alle pose degli autori del Romanticismo, ritratti pensierosi  in abiti scuri, alle geometrie Art Déco di Tamara de Lempicka, dove il nero è interrotto da pennellate grafiche di bianco e rosso, fino alle sfilate di moda di oggi (vi dice niente il Little Black Dress  reinterpretato in mille modi dagli stilisti?). Attraverso splendide immagini, il libro ci restituisce la storia del colore più amato e controverso.

Tanto da animare il nostro Forum di moda: hai già risposto alla domanda sul Total Black ?

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna