del

Quarantenne a chi?

Vota la ricetta!

Ai tempi di mia madre, gli "anta" erano un colpo al cuore, l'ultimo passo prima di precipitare nell'incubo della menopausa. Oggi sono il primo passo nell'età della maturità: quella in cui invece di dire addio alla fertilità, si diventa mamme e, spesso, per la prima volta. Ci si innamora di nuovo, e magari di un ventenne. Si capisce che cosa si vuole dalla vita. E ci si sente bene nei propri...leggi di più

Ai tempi di mia madre, gli "anta" erano un colpo al cuore, l'ultimo passo prima di precipitare nell'incubo della menopausa. Oggi sono il primo passo nell'età della maturità: quella in cui invece di dire addio alla fertilità, si diventa mamme e, spesso, per la prima volta. Ci si innamora di nuovo, e magari di un ventenne. Si capisce che cosa si vuole dalla vita. E ci si sente bene nei propri...leggi di più

Un caffè con Donna Moderna

Ieri sera mi sono guardata allo specchio e ho scoperto una ruga in più. Un segno netto proprio sopra l'angolo della bocca. Qualche anno fa per una cosa del genere avrei urlato come quella volta che ho trovato uno scarafaggio in cucina. Ieri no. Ho preso il mio prodottino effetto lifting (che dimentico regolarmente di usare), l'ho spalmato sulla ruga e mi sono messa a letto.

Del resto perché preoccuparsi? Nel giro di una settimana ho letto su ben tre riviste americane che i 40 (intesi come anni) sono i nuovi 30. Quindi, non devo sentirmi una quarantenne, come dice, mentendo, la carta d'identità. Sono una trentenne. Mi hanno convinta le foto di certe supervip. L'attrice Halle Berry (42 anni) ha la pelle più liscia di un neonato. La modella Liz Hurley (43) è ancora più bella di quando stava con Hugh Grant. La sua collega Elle MacPherson (44) continua ad avere un corpo da urlo.

Non che voglia paragonarmi a queste star (per carità), ma me le ricordo bene le quarantenni di una volta, vip e non vip. Ai tempi di mia madre, gli "anta" erano un colpo al cuore, l'ultimo passo prima di precipitare nell'incubo della menopausa. Oggi sono il primo passo nell'età della maturità: quella in cui invece di dire addio alla fertilità, si diventa mamme e, spesso, per la prima volta. Ci si innamora di nuovo, e magari di un ventenne. Si capisce che cosa si vuole dalla vita. E ci si sente bene nei propri panni.

Ti piacciono i leggings che ti fasciano le gambe? Te li metti, li porta anche Nicollette Sheridan, la 45enne "casalinga disperata". Adori i jeans arrotolati da sedicenne? Copi Sara Jessica Parker, quella di Sex and the City (43). Vai pazza per gli abitini senza maniche? Guardi le braccia di Nicole Kidman, che a 41 anni sono toniche come quelle di Federica Pellegrini, e ne sfoggi uno anche tu.

E sai benissimo che non è solo questione di sapienti ritocchini chirurgici o fotografici. Ti basta dare un'occhiata intorno, tra le donne "normali", per capire che a 40 anni una si veste come vuole, perché può permetterselo. Oggi, per esempio, la mia vicina di scrivania, più o meno mia coetanea, è arrivata al lavoro con collant di lana coloratissimi alla Pippi Calzelunghe e minigonna arancione: era deliziosa. Senza trucco e senza inganno. Ieri, la mia amica Laura, 41 anni e due gemelli, era stupenda con il suo miniabito di maglia viola: non un filo di pancia, non un filo di grasso sulle gambe.

Però ci sono alcune cose che non mi tornano. A parte quella ruga anomala sul viso, che non dovrebbe esserci e invece c'è, da quando mi sono calata nella mia nuova vera età, i 30 appunto, la mattina spingo il passeggino di mio figlio fino al nido correndo come la Marion Jones dei tempi d'oro, ma poi devo appoggiarmi ansimante al muro per evitare lo svenimento. La sera ignoro l'ascensore e a falcate mi faccio due piani di scale, poi mi fiondo tramortita sul divano. Come mai? A 30 anni non dovrebbe capitare. E come mai se la notte non dormo almeno cinque ore filate, il giorno dopo sono uno straccio? E come mai il girovita... Be', lasciamo perdere il girovita. Adesso glielo spiego bene io a questo mio corpo ribelle come stanno le cose: i 40 sono i nuovi 30. Glielo ripeterò venti volte, mattina e sera. Prima o poi lo capirà.

 

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna