del

Settembre, la vita che ricomincia

Vota la ricetta!

Ogni anno a settembre la vita ricomincia: i piccoli riti di cui ciascuno di noi deve fare scorta per tornare a occuparsi del lavoro e della famiglia.

Un caffè con Donna Moderna

Ogni anno a settembre la vita ricomincia: i piccoli riti di cui ciascuno di noi deve fare scorta per tornare a occuparsi del lavoro e della famiglia.

Tra tutti i mesi, quello che preferisco è settembre.

Mi piace la pioggia e il primo vento fresco che ti fa desiderare di stare in casa, seduto sul divano a guardare un film. Mi piacciono le ultime sagre, gli ultimi film visti nelle arene, sempre con la paura che da un momento all'altro possano interrompere la proiezione per un temporale, uno di quei tardi temporali estivi che durano poco ma picchiano molto. E poi le ultime birre, fra gli amici, prese nei locali all'aperto, le ultime cene in terrazza. Mi piace sentire di nuovo i jeans fasciarmi le gambe, mentre per tutta l'estate ho girato libero e senza eleganza con i pantaloncini e le t-shirt, come un bagnante anche se non ero al mare. Mi piace riscoprire quei giubbotti sottili che puoi mettere solo per dieci giorni all'anno, perché poi fa troppo freddo o troppo caldo.

Mi piace che tutti tornino, i negozi si riaprano, mi piace che poi ci raccontiamo come sono andate le vacanze, se le abbiamo fatte. Che ricominciamo a parlare dei progetti che abbiamo interrotto prima dell'estate perché tutti scappavano da qualche parte.

Mi piace andare all'Ikea a settembre, a comprare qualcosa di inutile che però mi dia l'impressione che la mia casa sarà pronta per l'inverno: una tenda, un cuscino, un tavolino per fare la colazione a letto. Mi piace comprare libri e dvd, le tisane e l'orzo solubile e tutto quello che ho bandito per l'estate.

Mi piace che siamo parte di un ciclo, e anche se siamo diventati ipertecnologizzati e d'estate col climatizzatore viviamo come se fosse inverno e poi d'inverno coi termosifoni come se fosse estate, mi piace che dobbiamo adeguarci ancora al respiro del mondo come dei contadini. E mi piace l'idea che la vita ricominci, mi piace fare progetti e buoni propositi, che dimagrirò o scriverò un nuovo libro, che imparerò ad andare a cavallo oppure una lingua nuova. Mi piace che poi ogni anno non ho imparato niente di tutto questo e sempre le stesse sono le cose che ho in desiderio di imparare.

Perché settembre è il vero capodanno.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna