del

Sondaggio: quanto sei eco?

di Grazia Francescato
Vota la ricetta!

Buone notizie, siamo diventati più ecologisti! Usiamo l'auto solo se è necessario, abbiamo installato i doppi vetri e dividiamo bene i rifiuti. E, soprattutto, l'ecologia è femmina. Lo dice il sondaggio di Donna Moderna. Con i commenti di un'esperta d'eccezione

Buone notizie, siamo diventati più ecologisti! Usiamo l'auto solo se è necessario, abbiamo installato i doppi vetri e dividiamo bene i rifiuti. E, soprattutto, l'ecologia è femmina. Lo dice il sondaggio di Donna Moderna. Con i commenti di un'esperta d'eccezione

Un caffè con Donna Moderna

Sorpresa: noi italiani siamo diventati più "verdi". Lo rivela il nostro sondaggio. A Grazia Francescato, oggi portavoce dei Verdi, ieri presidente di Wwf Italia e deputato al Parlamento dal 2006 al 2008, abbiamo chiesto di commentare i risultati.

«Fra i tanti, colpisce un dato: le più virtuose nei comportamenti antispreco siamo noi donne» commenta Grazia Francescato. «Da sempre, del resto, nelle associazioni ambientaliste c'è un'altissima percentuale femminile. E la ragione è che in noi, a livello sia genetico sia culturale, c'è l'abitudine "a prendersi cura". Dei figli e della famiglia, certo, ma anche, allargando il cerchio, del futuro e, quindi, di Madre Terra, la casa di tutti».

Le donne acquistano elettrodomestici e lampadine a basso consumo, prima di andare a letto si ricordano di spegnere le spie degli stand by, dividono con cura i rifiuti e, quando fanno la spesa, si portano la shopper in cotone da casa o riutilizzano più volte gli stessi sacchetti.

«Il sondaggio di Donna Moderna mette in luce anche un altro dato positivo: mediamente, oggi è più diffusa la consapevolezza che serve una battuta d'arresto. Lo sforzo che dobbiamo fare tutti è tradurre questa consapevolezza in atti concreti. Le risorse si vanno rapidamente esaurendo e se tutto il mondo dovesse consumare come facciamo noi avremmo bisogno di tre pianeti, non di uno» continua Grazia Francescato.

«In questo momento le cose urgenti da fare sono queste. Da una parte, un matrimonio tra economia ed ecologia, parole che, guarda caso, iniziano entrambe con "eco", dal greco oikos che vuol dire casa. In pratica: chi è in una posizione di potere deve compiere scelte più responsabili, perché risorse come aria e acqua sono un bene comune. Dall'altra, occorre modificare sempre più i nostri comportamenti di tutti i giorni. Essere "ecologicamente corretti" è faticoso. Ma si tratta di uno sforzo molto piccolo se, dentro di sé, vince una visione a lungo termine su quella a breve termine. Insomma: separo la carta dalla plastica per me, per i miei figli e per i miei nipoti. Quando ero al Wwf  il nostro slogan era: "Il futuro è nelle tue mani". Direi che questa frase è sempre più attuale. Anche perché possiamo fare tutti i convegni del mondo, ma se ciascuno di noi non mette insieme cuore e cervello, non si va da nessuna parte».

Le donne si dimostrano più attente:

al tipo di elettrodomestici che usano: il 45% sostiene di averli tutti di classe A contro il 32% degli uomini;

a spegnere le spie di stand by prima di andare a letto: il 44% lo fa sempre contro il 33% degli uomini;

a utilizzare lampadine a risparmio energetico: il 52% le ha già sostituite tutte contro il 38% degli uomini, che lo farà, invece, man mano che si bruciano quelle che già possiede;

a usare il meno possibile l'auto: il 17% contro il 10% degli uomini si sposta esclusivamente con i mezzi pubblici, a piedi o con la bicicletta;

a fare regolarmente la raccolta differenziata dei rifiuti: il 77% delle donne da tempo utilizza contenitori diversi, contro il 65% degli uomini (il 27% dei quali lo fa solo "quando può");

a portarsi dietro le shopper di cotone quando vanno a fare la spesa: il 31% delle donne ha questa abitudine contro il 17% degli uomini che, però, cerca di riutilizzare, quando si ricorda, le vecchie borse di plastica (44%).

Gli uomini dimostrano maggiore attenzione all'ambiente quando si tratta di:

consumi per il riscaldamento: il 33% sostiene di aver già fatto installare una caldaia a condensazione contro il 20% delle donne; così come il 70% (contro il 57% delle donne) ha fatto sostituire i vecchi infissi di casa con i doppi vetri;

adoperare lavatrice o lavastoviglie: il 31% degli uomini, contro il 26% delle donne, fa funzionare questi elettrodomestici soltanto nelle ore serali; il 60% delle donne, invece, dichiara di farlo solo quando è possibile;

gite in montagna: la larga maggioranza degli uomini (86%) torna con le foto delle piante, solo il 2% (contro il 9% delle donne), invece, raccoglie mazzolini di fiori, mentre è pari la quota (6-7%) di quanti rubacchiano qualche piantina da coltivare in terrazzo.

 

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna