del

Stefania Nobile confessa

di Moreno Pisto
Vota la ricetta!

Ha annunciato che avrebbe girato film hard. Poi ha ritrattato. È l'ultima provocazione di Stefania Nobile, accusata con la madre Vanna Marchi di aver truffato migliaia di persone. Qui ci spiega che cosa significa essere considerata "strega"

Ha annunciato che avrebbe girato film hard. Poi ha ritrattato. È l'ultima provocazione di Stefania Nobile, accusata con la madre Vanna Marchi di aver truffato migliaia di persone. Qui ci spiega che cosa significa essere considerata "strega"

Un caffè con Donna Moderna

Ci ha stupito ancora una volta, la ex teleimbonitrice Stefania Nobile, 41 anni, figlia di Vanna Marchi. Non le è bastato essere al centro dell’attenzione per il processo dove è accusata, insieme alla madre e al suo compagno Francesco Campana, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Ha voluto strafare. E davanti ai giornalisti, il 16 marzo, ha dichiarato: «Reciterò in un film porno con Rocco Siffredi». Tutti i media hanno ripreso la notizia. Ritrattata e smentita tre giorni dopo.

Allora, qual è la verità?

«L’ho fatto per dimostrare che la stampa va dietro soltanto alle notizie più eclatanti, anche se false».

Ma è stata lei a tirare fuori tutta la storia!

«È vero. Ma le faccio un esempio: quando c’è un mio dibattimento, vengono sempre riportate le accuse del pubblico ministero. Mai quello che ribattiamo io e il mio avvocato. E lo sa perché? Perché il pm dice cose più sensazionali. Per una volta mi sono divertita a rubargli la scena».

Non crede di aver esagerato?

«No. Il pm aveva appena chiesto 13 anni di carcere per me e 12 per mia madre. Ci voleva qualcosa di forte per pilotare i media».

Qualcuno ha insinuato che è stata proprio sua madre a fermarla.

«Balle. Lei è l’unico grande amore della mia vita. E sapeva tutto fin dall’inizio. Pensi che ci telefoniamo 40 volte al giorno. Figuriamoci se non l’avvertivo della sparata».

È fidanzata?

«Da due mesi, ma non mi chieda chi è: verrebbe subito etichettato come il “compagno della strega”».

Come vive, con questa reputazione?

«La gente mi guarda con diffidenza. Io sono serena. Chi riesce ad avvicinarmi, nonostante le cattiverie che si dicono sul mio conto, trova una donna meravigliosa».

È accusata di aver truffato tante persone, approfittando della loro ingenuità.

«Non ho mai detto di essere innocente. Se una persona si ritiene truffata, però, non si deve ritenere truffata dalla Nobile. Ma dalla Ascie’, la società che commercializzava e distribuiva i prodotti pubblicizzati in tv da me, mia madre e il mago Mario Do Nascimento, che tuttora è latitante».

Qualche personaggio famoso le ha espresso solidarietà?

«No. Anche se fino a cinque anni fa i nostri uffici erano pieni di attori e politici. E anche di cardinali».

Un nome?

«Mai. Sarebbe come chiedere a una puttana di tradire i suoi clienti».

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna