del

Uomini con la barba

di Gianluca Lo Vetro
Vota la ricetta!

Basta con i faccini perfettamente rasati! Adesso il profilo un po' incolto è diventato l'accessorio più cool. Lanciato dagli stilisti, sfoggiato dai divi, adorato dalle donne. Perché è il simbolo di un maschio vero, che sa difenderci. E difendersi

Basta con i faccini perfettamente rasati! Adesso il profilo un po' incolto è diventato l'accessorio più cool. Lanciato dagli stilisti, sfoggiato dai divi, adorato dalle donne. Perché è il simbolo di un maschio vero, che sa difenderci. E difendersi

Un caffè con Donna Moderna

È il simbolo più evidente di un nuovo stile "trad&true", tradizionale e vero, che va oltre la moda di quest'anno e annuncia una rivoluzione del profilo maschile. In tutti i sensi. Parliamo della barba un po' incolta, di cui Bono Vox e David Beckham sono già testimonial eccellenti. Avete notato? Sia i divi internazionali, da Jude Law a Hugh Jackman, sia gli emergenti del cinema italiano, da Riccardo Scamarcio a Nicolas Vaporidis, sembrano aver dichiarato guerra al rasoio. «Ma c'è barba e barba» avverte Stefano Milani dei saloni Equipe Vittorio di Bologna, frequentati, tra gli altri, da Gianni Morandi e Biagio Antonacci. «Quella che adesso fa tendenza è lunga di qualche giorno, mai però più di una settimana, modello Justin Timberlake. Va curata senza che si noti troppo, per non mettere in discussione il sex appeal virile».

Alle ultime sfilate maschili di Milano  anche i più grandi stilisti hanno mandato in passerella giovanotti non rasati, trasformando questa "imprecisione" nell'accessorio più cool (che oltretutto fa risparmiare in schiuma e lamette). «Abbiamo chiesto ai nostri modelli di non fare la barba per una settimana» raccontano Dolce e Gabbana. «Volevamo trasmettere l'immagine di un uomo attento all'intimità». Al contrario, i ragazzi barbuti di Carlo Pignatelli «enfatizzano la grinta di un cowboy un po' spaccone». Mentre per Giorgio Armani le guance leggermente pelose rientrano in «un nuovo concetto di classico, più morbido e rilassato».

Ma cosa si nasconde dietro il ritorno di questo vezzo, in barba (è proprio il caso di dirlo) all'etichetta che imporrebbe la rasatura due volte al dì, mattina e sera? «Il disordine della nostra società» risponde Ennio Capasa di Costume National. A conferma di questa teoria si intrecciano le interpretazioni più disparate. «La barbetta rappresenta la voglia di un uomo colto e profondo» teorizza Ermanno Scervino. «È finita l'epoca dei tronisti muscolosi e depilati». La bellezza statuaria di Costantino abdica dunque al fascino impegnato di Roberto Saviano? «L'importante è che anche questa non diventi una posa» taglia corto Donatella Versace, che per l'ultima campagna della maison ha voluto il testimonial Patrick Dempsey non rasato. «È tempo di uomini più veri». Corrobora il parere della stilista una ricerca dell'università inglese di Northumbria: la barbetta di qualche giorno è la preferita dal 52 per cento delle donne, perché infonde sicurezza.

Ogni medaglia, però, ha il suo rovescio. E così, non solo esistono le allergiche ai peli ispidi, come Alba Parietti, che rivela: «Mi piace baciare volti puliti». C'è anche chi ritiene che il ritorno alla barba simboleggi un maschio che, anziché difendere, si difende. «Come succede in tutte le epoche di crisi, questo è il momento dell'uomo di pensiero più che d'azione, che preferisce mimetizzarsi invece di esibirsi. E in fondo la barba è una forma di maschera» commenta Cristina Giorgetti, docente di Storia del costume e della moda all'università di Firenze. In termini psicologici le guance incolte coincidono anche col rifiuto del senso di responsabilità, specificamente maschile, legato all'obbligo di prendere in mano il rasoio ogni mattina.

Il giovane Francesco Mondadori, consigliere di amministrazione del Milan, conferma: «Mi rado una volta alla settimana, perché così mi sento avvolto, coccolato, nonché riparato dal freddo». Insomma, le donne che cercano protezione nella barba di un uomo sono avvisate. «Tanto più» nota Cristina Giorgetti «che i primi a riscoprire il fascino delle guance incolte sono stati i gay, da sempre i più attenti a cogliere le nuove tendenze».

Vedere, per credere, lo stilista Marc Jacobs e il suo compagno Lorenzo Martone, appena fotografati in vacanza: entrambi sorridenti, abbronzati e, naturalmente, barbuti.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna