del

Vademecum della sbronza allegra

Vota la ricetta!

Anche l'arte di libare nei lieti calici ha le sue regole d'oro. Il nostro esperto di vini ci ha aiutato a stenderne un elenco. Strettamente riservato alle coppie che vogliono festeggiare brindando al loro amore

Anche l'arte di libare nei lieti calici ha le sue regole d'oro. Il nostro esperto di vini ci ha aiutato a stenderne un elenco. Strettamente riservato alle coppie che vogliono festeggiare brindando al loro amore

Un caffè con Donna Moderna

Diamo per scontata una cosa: che l'alcool è una droga. Agisce sui recettori del cervello, altera le percezioni e abbassa le inibizioni. È anche un depressivo, e se assunto in grandi quantità può portare al coma. Questo va tenuto presente. Ma una volta detto, diciamo anche che l'alcool - e nello specifico, il buon vino - è alla base della convivialità mediterranea. Disse Baudelaire, "Chi beve solo acqua ha qualcosa da nascondere". Ma quali sono gli accorgimenti per fare sì che il vino faccia allegria, e non male? Con Fabio Ingrosso di Winelover  abbiamo tentato di stilare un vademecum della sbronza allegra per coppie che vogliono festeggiare brindando al loro amore.

1. Non guidare (e non far guidare lui)

Su questa regola bisogna essere rigidissimi. Organizzate la cena a casa, con pernottamento se non vivete insieme. Riempirlo di vino e farlo guidare fino a casa è proibito dal galateo, e anche dal buon senso.

2. Controlla le scorte

Hai già vino di buona qualità in casa in casa? Se sì, OK. Se no: vai al supermercato e acquistane delle bottiglie. Segui una linea: o tutti rossi, o tutti bianchi. Unica variazione consentita, lo spumante a fine serata. Non esagerare: due bottiglie di vino per due persone (bicchierino di spumante escluso) sono più che sufficienti. Se invece la cena è fra più coppie, procedi pure alla moltiplicazione delle bottiglie.

3. Si beve a stomaco pieno

Sempre. Il vino e gli alcolici in generale a stomaco vuoto danno acidità e vanno in testa subito, e si sentono il giorno dopo. Cominciate a sorseggiare quando siete già avanti con gli antipasti.

7. Occhio agli abbinamenti!

Se hai scelto dei vini adatti ai piatti, aumenterà il piacere della degustazione, quindi l'allegria. Ma attenzione alla temperatura: vini bianchi secchi, semplici giovani (8-10 gradi); vini bianchi secchi aromatici (10-12 gradi); vini rosati (10-12 gradi); vini rossi (14-18 gradi); vini rossi di grande struttura e lungo affinamento (18-20 gradi).

4. L'attacco è la miglior difesa

Riempigli il bicchiere mentre fate conversazione, subito. Non vorrai ubriacarti da sola?

5. Bevi piano!

Non ingollare il vino, sorseggialo. Oltre a non farti male, ti dà qualcosa da fare con le mani, in caso fossi nervosa.

6. In vino veritas

Quando si beve, si finiscono per dire cose che non si direbbero da sobri. Non è sempre un male. L'importante è essere abbastanza lucidi da ricordarsele il giorno dopo, quantomeno per smentirle in modo convincente.

7. Smetti prima di stare male

È importante conoscere i propri limiti. L'allegria non può che essere rovinata dall'intossicazione: bere per stordirsi non è solo poco sano dal punto di vista medico, è anche preoccupante dal punto di vista psicologico. Nonché terribilmente inelegante. Fermati al quarto, quinto bicchiere, quando hai la testa leggera, ma non sei ancora stordita: niente di peggio che finire la serata con la testa dentro il water.

Leggi anche: 10 consigli per uomini single che vogliono conquistare una donna col vino

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna