del

Cosa devi fare prima di installare una app

di Giovanni Ziccardi

Bisogna sempre verificare quali “permessi” diamo prima dell’installazione di qualsiasi app sul cellulare. E bloccare quelle che ci insospettiscono

Un caffè con Donna Moderna

Bisogna sempre verificare quali “permessi” diamo prima dell’installazione di qualsiasi app sul cellulare. E bloccare quelle che ci insospettiscono

Giovanni Ziccardi
Un'opinione di

Giovanni Ziccardi

Docente di Informatica giuridica

Sono sempre di più le app che chiedono l’accesso ai nostri dati sensibili per poi utilizzarli per fini impropri. Il modo migliore per proteggersi è verificare quali “permessi” diamo prima dell’installazione di qualsiasi app.

Se, per esempio, l’applicazione richiede senza motivo accesso alla telecamera, al microfono, ai dati identificativi del telefono (Imei) o al Gps, può darsi che voglia raccogliere informazioni per fini commerciali. Meglio quindi controllare se il consenso a utilizzare alcune funzioni sia effettivamente necessario.

È ovvio, per esempio, che un navigatore abbia bisogno dell’accesso ai dati Gps per la localizzazione, ma ci deve insospettire che lo chieda una app per il ritocco fotografico. Leggete quindi con attenzione le informazioni contenute nella finestra di installazione e bloccate le app che vi insospettiscono o negate loro i permessi di accesso al sistema.


Cosa ne pensi? Scrivi a dallatuaparte@mondadori.it

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna