Matrimonio, le ultime tendenze (non solo tra i vip)

Credits: Ansa
/5
di

Eleonora Lorusso

Dalle nozze da favola in campagna a quelle nei boschi, su navi da crociera o allo stadio. Ecco come cambia il modo di "dirsi di sì". Ma come sarà il matrimonio dell'anno 2018 tra Harry e Meghan o quello tra Fedez e Chiara Ferragni?

Non c'è alcun dubbio: il matrimonio dell'anno del 2018 sarà quello tra il principe Harry e Meghan Markle. La data è stata annunciata e la location anche: la cerimonia si svolgerà infatti il 19 maggio nel castello di Windsor. Il resto, invece, è ancora mistero. Gli esperti del fashion system si stanno interrogando sul tipo di nozze, per capire se saranno tradizionali o più "bucoliche", magari con qualche deroga rispetto al rigido protocollo della famiglia reale, come accaduto per Pippa Middleton. Quel che è certo, però, è che la parola d'ordine in tema di matrimoni è "speciale": sono sempre di più, infatti, le cerimonie fuori dal comune, celebrate in luoghi originali, come a bordo di navi da crociera o in mezzo a un bosco, allo stadio o in spiaggia, e non solo tra i vip, ma anche e soprattutto tra persone "normali".

Nozze reali e matrimoni fuori dal comune

Se il royal wedding tra il Principe William e Kate Middleton ha dovuto seguire un rigido protocollo, quello del minore dei figli di Diana potrebbe riservare qualche sorpresa. La location è senz'altro stata scelta in linea con la tradizione, perché nella Saint George's Chapel, all'interno del castello di Windsor, si sposarono nel 2005 anche Carlo e Camilla. I bookmakers si interrogano su chi saranno damigelle e testimoni, mentre i paggetti potrebbero essere i figli di William e Kate, George e Charlotte, che lo sono già stati per la zia Pippa Middleton. E' proprio il suo il matrimonio vip più recente, all'insegna del clima bucolico del Berkshire, dove a dominare sono stati i pizzi floreali della sposa e i colori pastello degli abiti dei 130 invitati.
Ma se tra le persone "normali" c'è ancora chi sceglie la tradizione, sono sempre di più le coppie che all'altare di una chiesa o a una sala comunale preferiscono un bosco, una spiaggia o persino lo stadio per promettersi amore eterno, come accaduto ad una coppia di tifosi dello Spezia Calcio, in Liguria, che hanno scelto l'erba verde del campoper pronunciare il fatidico "sì". Lui è arrivato allo stadio con indosso la sciarpa della squadra, mentre l'abito bianco della sposa era impreziosito di inserti neri con il ricamo dello scudetto e dell'aquila, simboli della formazione spezzina.

Le nozze allo stadio o in un bosco

Complice il business che vi gira intorno, le location per i matrimoni stanno infatti diventando sempre di più e sempre più originali. Alla Spezia, Patrizia Saccone, ex Assessore e ora consigliere comunale, ha celebrato le prime nozze in Italia in uno stadio di calcio, alle quali si sono poi aggiunte quelle su una spiaggia non lontano dalle Cinque Terre e di recente in un bosco. "Tutto è iniziato lanciando l'hashtag #matrimonispeciali poi diventato #matrimonifuoridalcomune, con cui si giocava sul doppio significato, di originali, ma anche di fuori dalla casa comunale, come prevede la legge" racconta Patrizia Saccone a Donna Moderna. "I primi a chiedere una cerimonia originale sono stati due ufficiali di una nave da crociera che fa scalo nel porto della nostra città e che sognavano le nozze a bordo. Ma la legge non lo consentiva, così ho pensato a un escamotage: dopo il rito formale in Comune, abbiamo replicato la cerimonia in pompa magna davanti ad amici e parenti, proprio a borde della nave".

Ma non si tratta dell'unica esperienza "speciale": "Abbiamo anche regalato un sogno a una coppia di tifosissimi della squadra dello Spezia Calcio, Roberta e Alessandro, celebrando il primo matrimonio in uno stadio italiano, mentre poco tempo fa è stata la volta delle nozze in spiaggia e uno in un bosco, con un altare in paglia e legno, in un'atmosfera bucolica".

Il matrimonio solidale

Sempre tra i matrimoni speciali c'è stato anche quello completamente gratis per una coppia di sposi che non poteva permettersi di sostenere costi eccessivi per cerimonia e ricevimento: "Grazie alla solidarietà di tante persone e a Facebook, la sposa ha indossato un abito donato gratuitamente e adattato per lei da una sarta, che non ha voluto compenso; anche fiori, bomboniere e torta sono stati offerti e persino un violinista si è prestato a suonare gratis durante le nozze celebrate nella villa della Contessa Castiglione".

"Sognare è possibile - conclude Saccone - e tra l'altro l'idea dei "matrimoni speciali" può essere un ottimo volano per l'economia e l'indotto del territorio, che ha già una forte presenza di turisti, specie orientali, che giungono per visitare le Cinque Terre e sognerebbero nozze da favola".

Le altre location "da favola"

Sono molte le amministrazioni che hanno aperto le porte a nuove location per i matrimoni originali: ad esempio, in Toscana è possibile dirsi di "sì" in casali, dimore antiche e castelli, così come in Puglia, in provincia di Bari, è gettonatissimo il Fortino di Sant'Antonio, con vista mozzafiato sul mare. In questi casi la parola d'ordine è comunque sempre "sognare":  se qualcuno preferisce l'unione civile, infatti, chi si sposa tende sempre di più a organizzare "matrimoni da favola", che magari arrivano dopo anni di convivenza coronati anche dalla nascita di figli.

Per chi sceglie il matrimonio la location ha assunto nel corso degli anni un'importanza sempre maggiore. "Soprattutto le donne tendono sognare che il giorno delle nozze sia il più bello della loro vita, quello in cui indossare un abito meraviglioso, farsi pettinare in modo unico, essere circondate da damigelle e trovarsi al centro dell'attenzione, come in un grande show. I mariti, che sono piuttosto riottosi a tutto ciò, passano quasi in secondo piano, se non fosse che sono necessari perché la cerimonia possa avere luogo" spiega a Donna Moderna Anna Oliverio Ferraris, psicologa dello sviluppo. "Spesso si tende a idealizzare il giorno del matrimonio, come se fosse il più bello della vita, senza pensare a quello successivo, quando inizia la vera vita insieme. E' un po' come se si replicasse la fiaba di Cenerentola, dove però a mezzanotte l'incantesimo finisce".

I fidanzamenti speciali: da Fedez-Ferragni a quelli in 3D

Di certo molti matrimoni speciali sono preceduti anche da fidanzamenti altrettanto spettacolari. E' il caso di Alex, un ragazzo australiano diventato famosissimo in Rete dopo aver scelto di chiedere la mano della sua amata Kelly in 3D. In Italia, qualche mese fa ci ha pensato Fedez a scegliere il palco di un mega concerto per chiedere in diretta tv (e social) alla fashion blogger Chiara Ferragni di diventare sua moglie. Proprio il loro, dopo l'annuncio dell'arrivo imminente di un bebè, rappresenta uno degli altri matrimoni speciali attesissimi del 2018. Le nozze sono state fissate per la fine dell'estate a Noto, in Sicilia, ma su tutto il resto vige ancora il top secret. Almeno fino alla prossima rivelazione via Instagram.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te