5 sport divertenti sulla neve

/5
di

Anna Pugliese

Prova queste nuove discipline: oltre a essere avventurose, non richiedono un allenamento particolare e tonificano tutto il corpo

Negli ultimi anni in Italia aumentano del 6% circa gli “slons”, acronimo di “snow lovers, no skiers”, ovvero gli appassionati della neve che non sciano. In quattro anni sono cresciuti del 50% il numero di chi usa le ciaspole mentre sono calati del 16% gli appassionati di snowboard: a dirlo è il Report on snow and mountain tourism di Legambiente e Vivitalia. A crescere, inoltre, a discapito degli sport invernali più classici, sono le attività più divertenti e avventurose come lo snowkite o lo sci alpinismo.

Aiboard

Cos’è È un’attività semplice che non richiede grandi capacità tecniche e fisiche. Non servono lezioni per iniziare. Un grande cuscino aerodinamico, letteralmente una “tavola d’aria” che permette di galleggiare sulla neve. Si usa su piste ampie e larghe, dedicate a questa disciplina.

Come si fa «Ci si distende a pancia in giù e ci si lascia scivolare lungo il pendio, “guidando” l’airboard semplicemente con lo spostamento del corpo. Ci si aiuta anche con i piedi che spuntano fuori e sono fondamentali per rallentare la velocità » spiega la trainer Maria Lupinc. «In questo sport lavorano intensamente spalle, pettorali e addominali che devono sostenere il busto per mantenere lo sguardo sulla pista, e le gambe, fondamentali nel controllo del mezzo».

Attenta a Impugna sempre bene le maniglie sui lati e tieni salda la posizione sull’airboard. Non fare sporgere troppo le gambe: le ginocchia devono essere sempre sul cuscino per proteggerle.

Dove provare A Breuil Cervinia esiste una pista dedicata all’airboard. Tra i punti noleggio più attrezzati c’è Fans de Sport.

Snowkite

Cos’è Servono addominali molto allenati per mantenere l’equilibrio. Non sono necessarie lezioni per imparare. Provalo se sai sciare e sei allenata. Per gestire la vela con sicurezza un po’ di muscoli sono necessari. «Nasce dall’unione tra il kite, una sorta di grande aquilone, e gli sci o lo snowboard, e permette, con vento non troppo forte, di farsi trainare sulla neve riuscendo anche a staccarsi dalla pista per fare delle evoluzioni» spiega l’istruttore Fabien Ameri.

Come si fa «Basta saper sciare a livello elementare e serve un corso base (di almeno tre lezioni) per essere indipendenti su terreni facili e con vento leggero» aggiunge l’esperto. «Questa disciplina allena in particolare gambe, pettorali e dorsali. E aiuta a sviluppare la percezione del proprio corpo nello spazio: così avrai movimenti più fluidi e coordinati anche nella quotidianità» spiega Ameri.

Attenta a In partenza, soprattutto le prime volte, sentirai uno strattone piuttosto deciso. Attiva bene gli addominali, spingendo l’ombelico verso la colonna, per non sbilanciarti.

Dove provare Al passo del Tonale e in Abruzzo esistono già scuole e noleggi.

Snowscoot

Cos’è Devi avere un buon equilibrio e gambe allenate. Non fa per te se hai problemi alle ginocchia. «Ha il manubrio, al posto delle ruote due sci, larghi e corti per essere più maneggevoli, e, invece del sedile, una piccola pedana sui cui appoggiare i piedi» spiega Maria Lupinc.

Come si fa «È una disciplina che si è sviluppata anche a livello agonistico, ma non esistono corsi base. Lo snowscoot si noleggia e si impara iniziando da piste non ripide e con neve morbida» suggerisce l’esperta. «Si guida gestendo il manubrio come si fa con la bici e mantenendo saldo l’equilibrio, in appoggio sullo sci posteriore. Così fai un training impegnativo sia per gli addominali, che aiutano a non sbilanciarsi, sia per tutta la muscolatura posturale, fianchi compresi».

Attenta a Devi ammortizzare bene buche e gobbe, quindi è fondamentale mantenere le ginocchia e le caviglie leggermente flesse, le mani salde sul manubrio e i gomiti larghi.

Dove provare Si pratica molto in Abruzzo, tra Ovindoli e Campofelice. Per il noleggio si può contattare la Scud Snowscoot Italia.

Snowbike

Cos’è Non serve sapere sciare. Evitala però se non sai andare in bici perché tenere l’equilibrio sulla neve è più difficile che sulla strada. «Una bici con degli sci al posto delle ruote, che scivola sui pendii. Si guida facilmente sedendosi in sella» spiega l’istruttore di mountain bike Paolo Pellai. Si può utilizzare con doposci o scarponi o anche con i “footski”, dei mini sci da agganciare ai piedi per rendere il mezzo ancora più veloce.

Come si fa «Ci si siede in sella, si impugna il manubrio e si inizia a scivolare con l’accortezza di scegliere pendii ampi, senza ghiaccio e poco ripidi» suggerisce l’esperto. «La snowbike si guida gestendo il manubrio come fosse una normale bici da città, accompagnando le sterzate con lo spostamento del peso del corpo. Così tonifichi intensamente tutta la muscolatura degli arti inferiori, coinvolgendo anche glutei e interno coscia».

Attenta a In questa bicicletta non ci sono i freni: rallenti e ti fermi mettendo i piedi a terra, quindi tieni sempre sotto controllo la velocità evitando le piste troppo ripide.

Dove provare In Alto Adige, in Val Senales e a Bressanone, puoi trovare l’attrezzatura da Sportservice Erwin Stricker.

Addio vecchie ciaspole, arrivano i Rak

«Il winter nordic walking è una camminata sulla neve battuta in cui si utilizzano scarpe speciali, con delle piccole ciaspole integrate (rak), e i classici bastoncini da nordic walking» spiega Pino Dellasega, presidente della Scuola italiana nordic walking. «Il rak permette la naturale rullata del piede e ti aiuta a decontrarre la pianta del piede, stimolare la circolazione linfatica e lavorare su cosce e glutei» spiega l’esperto. Grazie ai bastoncini, inoltre, alleni la parte alta del corpo, decontraendo spalle e cervicale. Puoi trovare l’elenco degli istruttori sul sito www.sinw.it o provare noleggiando l’attrezzatura all’Asd Grand Combin in Valle d’Aosta o allo shop Rossi Sport di Carona (Bg).


Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te