• Home -
  • Salute-
  • 8 marzo: io sto con le donne. Insieme ad Amnesty

8 marzo: io sto con le donne. Insieme ad Amnesty 

Basta con le mimose. Oggi puoi fare qualcosa di concreto. Per le altre donne e per te

di Neva Ganzerla  - 05 Marzo 2010

8 marzo: meno retorica e più fatti. Le mimose sono anche belle e profumate, però oggi magari puoi fare qualcosa in più.

Per esempio, aiutare le donne a non morire di aborto clandestino.

Nell'ambito degli obiettivi di sviluppo che l'Onu si prefigge, c'è quello di diminuire del 75 per cento il tasso di mortalità materna e in questo obiettivo è coinvolto anche lo stato del Nicaragua.

Amnesty International  però denuncia che la Nazione del centro America ha legiferato in opposizione a questo principio e dal luglio del 2008 in Nicaragua non è più permessa alcuna forma di pratica abortiva, neppure se attuata al fine di salvare la vita delle gestanti.

Alle donne e alle ragazze nicaraguensi è ora completamente precluso ogni accesso legale e sicuro per abortire e il nuovo codice penale prevede pene detentive per chi ci prova e per gli operatori che le assistono.

Tutte le terapie salvavita che risultano controindicate in gravidanza non potranno più essere somministrate. Questo significa che se una donna affetta da HIV o malaria, o che ha bisogno di cicli di chemioterapia, o ancora con una crisi cardiaca in corso, non può ricevere le cure e i medicinali di cui ha bisogno perché potrebbero indurre un aborto.

Purtroppo però HIV, cancro e malaria aumentano esponenzialmente il rischio di mortalità sia per la madre che per il feto e in questo modo aumenta di fatto il tasso di mortalità materna che l'Onu si prefigge di abbattere.

Non solo: ci sono molte donne che muoiono in seguito ad aborti clandestini effettuati in situazioni igienico-sanitarie pessime.

Amnesty International si sta battendo per tutelare la salute delle donne nicaraguensi e per coinvolgere tutte le donne del mondo a chiedere al Presidente del Nicaragua un intervento legislativo che metta in primo piano la possibilità di scelta per una donna tra l'essere curata e concludere la gravidanza, legalizzando l'aborto in ogni sua forma.

Oggi puoi fare qualcosa anche tu: firma l'appello e offri una piccola donazione  per questa causa. Con poco, puoi fare molto.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/8-marzo-io-sto-con-le-donne-insieme-ad-amnesty$$$8 marzo: io sto con le donne. Insieme ad Amnesty
Mi Piace
Tweet