A letto senza esami da superare 

Una volta il problema riguardava solo lui. Oggi, invece, una donna su cinque soffre di ansia da prestazione.E il sesso non la diverte più

di Isabella Colombo  - 29 Novembre 2010
Credits: 

GETTY

 

In tempi di pari opportunità anche l’ansia da prestazione è unisex.

Lo rivela il Congresso di sessuologia scientifica. Su un campione di 600 donne, una su cinque confessa la paura di deludere il partner. Un terrore che blocca sul più bello, proprio come succede agli uomini. «In lui, però, il problema si manifesta in modo evidente, con la mancata erezione o l’eiaculazione precoce» spiega Salvatore Caruso, presidente della Federazione italiana di sessuologia scientifica. «Mentre per lei è più difficile misurare il disagio». Tanto più che le cause sono soprattutto psicologiche.

«Oggi molte donne, anche le più belle, non sono sicure di piacere al partner perché è difficile stare al passo con i modelli femminili attuali» racconta l’esperto. «Tante mi confessano di invidiare la collega perfetta che si è fatta il ritocchino e da allora ha tutti ai suoi piedi, o la sorella sempre vestita all’ultima moda, intimo compreso. Altre, invece, pensano di non essere abbastanza trasgressive dopo che hanno visto il marito rapito da uno strip burlesque in tv. E finiscono per perdere fiducia in se stesse».

Così, giorno dopo giorno e, soprattutto, notte dopo notte, si scatena l’ansia. C’è chi si sforza di avere rapporti, ma spera solo che finiscano al più presto. Altre, invece, rifiutano l’intimità perché la sola idea di spogliarsi davanti a lui le fa sentire giudicate. Ma la soluzione per uscire da questa spirale pericolosa c’è.

«Io cerco di convincere le mie pazienti a spiegare al compagno come si sentono» consiglia il sessuologo. Sarà lui a cancellare le convinzioni che avevano scatenato il problema, per esempio il dubbio di non essere belle o sexy. «Non mi stancherò mai di ripetere che gli uomini non si concentrano sul completino da vamp e non cercano neanche il fisico da top model. Invece bisogna imparare a giocare di più. Nel senso letterale del termine» conclude Caruso.

«Se il sesso si prende troppo sul serio, diventa come il lavoro: stancante e stressante. Invece deve essere il momento più divertente della giornata». Certo, rincorrersi per casa e poi afferrarsi e abbracciarsi trafelati sul divano può sembrare una classica scena da film. Ma, a pensarci bene, non è poi così difficile da mettere in pratica...

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/Eros-psiche/donna-soffre-ansia-da-prestazione-sesso$$$A letto senza esami da superare
Mi Piace
Tweet