Eccitazione e viagra femminile, il segreto è in una molecola? 

Una ricerca spiega come funziona l'eccitazione femminile e mette a punto una molecola per risvegliare il piacere. Sta per arrivare il Viagra rosa?

di Sofia Natella  - 15 Aprile 2010

UK-414,495.

È il nome della molecola capace (forse) di accendere l'eccitazione femminile e che potrebbe essere fondamentale per la sintesi dell'ormai leggendario Viagra rosa.

La notizia arriva dai laboratori della Pfizer (la stessa del Viagra blu), dove i ricercatori hanno studiato il meccanismo (ma non dovrebbe essere qualcosa di naturale?) dell'eccitazione nelle donne e hanno eleborato una molecola in grado di aiutarla, la sopracitata UK-414,495, che si attiverebbe stimolando il nervo pelvico, aumentando l'afflusso di sangue alle nostre zone erogene più segrete, quindi: eccitazione, sensibilità e... piacere.

Quello che di certo emerge dalla ricerca è che l'eccitazione femminile passa dal nervo pelvico, mentre la molecola UK-414,495 per ora è solo un prototipo, ma potrebbe aprire la strada a un Viagra rosa per risolvere i disturbi dell'eccitazione, legati spesso a quelli del desiderio e dell'orgasmo, di cui soffre (e non riuscire a godere come dovuto dev'essere qualcosa di davvero frustrante e doloroso) circa il 40% della popolazione femminile.

Com'è che era? Basta un poco di pillola e l'eccitazione va su? Forse anche Mary Poppins, come me, storcerebbe il naso, restando col dubbio che più che nella composizione di un farmaco, o in una molecola o nella stimolazione di un nervo, il grande segreto dell'eccitazione femminile sia soltanto nella nostra testa.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/Eros-psiche/eccitazione-e-viagra-femminile-il-segreto-e-in-una-molecola$$$ Eccitazione e viagra femminile, il segreto è in una molecola?
Mi Piace
Tweet