Calo del desiderio: l’eros è un fatto di testa. E di sole 

Troppo stanche per fare l’amore. Lo confessano quattro italiane su dieci. Invece di buttarvi giù, uscite: le giornate luminose accendono il desiderio

di Giusy Cascio  - 08 Novembre 2011
Credits: 

Photoshot

 

Ci risiamo. In questo periodo dell’anno, puntuale come l’influenza, sopraggiunge il calo del desiderio. O meglio, la voglia ci sarebbe, ma il corpo non la segue. È il problema di almeno quattro donne su 10.

Lo svela l’ultimo sondaggio del sito Matrimonio.it. Il 44 per cento delle italiane ammette: “Sono troppo stanca per fare l’amore”.

«L’astenia sessuale, tipica in autunno, ha due cause» spiega Emmanuele A. Jannini, docente di sessuologia medica all’Università de L’Aquila. La prima è psicologica (legata alla fatica e allo stress del lavoro) e la seconda è ormonale: con le giornate che si accorciano, la quantità di luce si riduce e l’epifisi (una ghiandola importantissima al centro del cervello) rilascia più melatonina. L’aumento di questa sostanza fa diminuire la voglia di fare sesso, mentre cresce il bisogno di dormire. È proprio vero che l’eros è una questione di chimica (e di testa)... Ma la soluzione è più facile di quanto siamo portati a credere. Non servono integratori, men che meno bombardamenti di ormoni. Basta approfittare anche solo di un weekend per godersi qualche ora all’aperto e fare il pieno di raggi solari fino al tramonto. Sfruttando, poi, questi momenti liberi da impegni per ritagliarsi in coppia spazi di intimità. In questo modo l’organismo recupererà presto energie. E la mente – vien da sé – altro che sonno! Produrrà pensieri audaci a sazietà».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/Eros-psiche/sesso-calo-del-desiderio-autunno$$$Calo del desiderio: l’eros è un fatto di testa. E di sole
Mi Piace
Tweet