Sesso, uomini nel pallone se il calcio va male 

di Sofia Natella  - 22 Aprile 2010

Tutta colpa del calcio: se la squadra del cuore perde gli uomini vanno nel pallone anche riguardo al sesso.

La notizia , a dir la verità, non mi stupisce poi troppo, visto che dopo le donne il calcio è la passione maschile più diffusa in Italia.

Come spiega Massimo Di Giannantonio, psichiatra dell'università Gabriele D'Annunzio di Chieti: "se la squadra del cuore perde, lui si deprime, il desiderio crolla e il sesso sfuma". E così la passione calcistica può annullare quella in camera da letto. Se poi la partita è una di quelle importanti, come il derby o una finale, l'umore diventa ancora più nero (magari anche per più giorni di fila) e la tristezza potrebbe prendere in contropiede anche gli intenti più erotici e romantici.

Risultato: cartellino rosso al sesso, espulso per qualche giornata dalla vita di coppia.

Cercando un risvolto positivo della questione mi chiedo se, al contrario, la vittoria è motivo di euforica eccitazione e performance amatorie da campioni. In ogni caso, è una ragione in più per tenere le dita incrociate in vista dei mondiali (iniziano l'11 giugno).

Ma la domanda che più mi assilla è: ma perché bisogna soffrire per il calcio, quando ci sono già tanti problemi anche senza? "La sconfitta - prosegue Di Giannantonio - porta a una perdita della fiducia e della stima in sé stessi, perché si avverte la sensazione di essere tra i perdenti". Perdenti anche in libido e passionalità, aggiungo io, che almeno essere sconfitti bisogna farlo per bene.

Ora, già chi non condivide la fede calcistica con il proprio partner si trova a dover subire assenze o interminabili processi a giocatori e arbitri, se poi viene fuori che 22 uomini che corrono in un prato dietro a un pallone condizionano anche il sesso e sono più importanti di una donna, è un po' troppo. La sconfitta diventa umiliante anche per le donne.

Quindi che fare, visto che, nella migliore delle ipotesi, almeno 2 sconfitte a campionato sono da mettere in conto?

Forse, partecipare con lui alla passione da stadio, nella vittoria come nella sconfitta, aumenta la complicità di coppia e aiuta a non falciare il desiderio con un brutto sgambetto, ma se poi anche noi donne ci prendiamo gusto (ricordo che molte che l'hanno già preso) si rischia di essere delusi in due, che non basterebbe una goleada di baci per risollevare l'umore di entrambi.

Per facilitare la rimonta, lo psichiatra consiglia alla (malcapitata) donna di non mostrare irritazione - anche se è molto probabile che la provi - cercando di essere il più possibile comprensiva, magari coccolando un po' il compagno come succede in periodi di crisi o di stress intenso. Infatti "Se il tifoso deluso può contare su una partner di indole materna troverà solidarietà e accettazione, avrà al suo fianco una donna comprensiva che si adopererà per sconfiggere la delusione e l'umore pessimo che lo affligge. Ma se ha accanto a sé una donna aggressiva finirà con il sentirsi ancora più perdente". Quindi, piuttosto di arrabbiarci, meglio prendere la sconfitta e il suo malumore in maniera sportiva.

Soprattutto, in caso di sconfitta in campo o tra le lenzuola, l'importante è non fargliene una colpa: per questo, c'è l'arbitro.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/Eros-psiche/sesso-uomini-nel-pallone-se-il-calcio-va-male$$$Sesso, uomini nel pallone se il calcio va male
Mi Piace
Tweet