Siti di incontri online: quale scegliere? 

Se non hai mai provato un sito di incontri online o non sei rimasta soddisfatta dalla tua esperienza, leggi i consigli degli esperti di dating online: potrai trovare quello più adatto alle tue esigenze (e magari anche l’amore!)  

di Donnamoderna.com
Credits: 

Shutterstock

 

L’avvento di app e social network ha inaugurato una nuova modalità di socializzare ed interagire con gli altri: attraverso le app ed i siti di incontri online, infatti, è nata la possibilità di conoscere nuove persone sfruttando le potenzialità della Rete.

Ecco quindi alcune curiosità svelate da Meetic, uno dei più importanti siti di incontri online.    

Chi sono i “dater”?

I “dater” sono i single che si conoscono, si danno appuntamento e si incontrano grazie al mondo online, sarebbero oltre 33 milioni in tutta Europa (circa 8,7 milioni in Italia), una rete che consentirebbe di organizzare mediamente un appuntamento al minuto.

Se però da un lato questa nuova modalità di socializzazione, in costante crescita dal 2000, ha facilitato la possibilità di fare nuove conoscenze, d’altro canto non ha reso più semplice la vita ai single e a coloro che sono alla ricerca dell’anima gemella, considerando anche il fatto che i siti di dating sono usati non solo per cercare l’amore, ma anche per tradire: una ricerca della Global Web Index ha rivelato infatti che il 30% degli iscritti a Tinder è sposato, mentre il 12% è in una relazione.

Il sito di incontri online più adatto a te

- Qual è la tua fascia d’età?

I siti di incontri online non sono tutti uguali. Ce ne sono alcuni più adatti a certe fasce d’età e altri meno.

L’età media degli utenti di un sito di incontri è un dato non immediatamente reperibile, ma che si può intuire da linguaggio e stile. I portali più colorati e dal linguaggio giovanilistico sono solitamente indirizzati ai giovani e giovanissimi e si rivolgono ad un pubblico under 30.

I portali di dating indirizzati al pubblico dei 30-40enni presentano di solito colori meno vivaci e design più puliti. Salendo con l’età dell’utente tipo, troviamo infine siti dove il testo e la lettura sono il principale mezzo di comunicazione.

Il metodo “empirico” più diretto per capire quanti iscritti ci siano nella fascia d’età che ci interessa resta quello di impostare tra i nostri filtri di ricerca un’età massima e una minima delle persone con cui vorremmo entrare in contatto, e vedere semplicemente quanti risultati otteniamo.

Per gli under 30 ad esempio si consigliano portali come Badoo e Lovepedia, per gli over 30, a seconda del tipo di relazione cercata, Lovoo, Parship e Meetic.

- Che tipo di relazione cerchi?

In molti casi, è possibile capire quali sono i tipi di relazione che si potrebbe trovare sul sito già prima di registrarsi: ai nuovi utenti infatti vengono solitamente sottoposti chat o giochi per la compilazione di test sulle abitudini che generano percentuali di affinità.

Secondo la guida canali come Lovoo e Badoo sono adatti alla ricerca di relazioni occasionali, mentre Parship sembra il canale più affidabile per la ricerca di una relazione stabile.

Adatti per cercare tutti i tipi di relazione sono Meetic e Lovepedia.

- Quali strumenti vengono messi a disposizione per interagire con gli altri utenti?

Gli strumenti a disposizione per mettere in contatto gli utenti sono diversi e non tutti i siti di incontri scelgono di sfruttare tutte le funzionalità disponibili.

Si va dai sistemi di matching (filtri e consigli sulle persone da contattare, come per Parship, Meetic e Lovepedia), alla compilazione di test, fino alla possibilità di scambiarsi messaggi privati, anche tramite un’applicazione: da questo tipo di interazione in poi comincia ad essere richiesto il pagamento di un abbonamento che può essere più o meno oneroso a seconda del canale scelto.

- Quanto costa iscriversi ad un sito di incontri online?

Il prezzo non è un’informazione solitamente disponibile in prima battuta su un sito di incontri.

Per questo tipo di informazione la ricerca di QualeScegliere.it risulta utile perché riassume in breve il quadro della situazione tra i siti analizzati: generalmente, la spesa media si aggira tra i 10 e i 30 euro al mese, andando da canali interamente gratuiti (come Lovepedia), a canali che prevedono una spesa media di circa 10 euro al mese (come Lovoo, da 7,99 euro al mese; Meetic, da 9,99 euro al mese; Badoo, da 11,99 euro al mese) fino a canali che richiedono un investimento più alto, a fronte però della promessa di un sistema di calcolo delle affinità raffinato (come Parship, da 24,99 euro al mese).

- Come comportarsi con gli altri “dater”?

Una volta trovato il canale adatto e una persona che ha fatto breccia per l’organizzazione del primo appuntamento, è importante ricordarsi di comportarsi con semplicità e presentarsi per quello che si è, lasciarsi guidare dal proprio istinto per capire o inquadrare la persona che ci troviamo davanti.

Potrebbe interessarti anche: Tinder: cos'è e come funziona.

Siti di incontri online: quali sono?

Il successo di questa nuova modalità di incontro è stato talmente travolgente che non solo ha permesso agli utenti di disporre di sempre più siti e app dedicate, ma ha anche dato vita ad un nuovo settore economico, la “Love Economy”: le relazioni virtuali diventano infatti consumi reali, tra abbonamenti, regali, uscite e attività, un circuito che in Italia si aggira intorno ai 6,5 miliardi di euro.

Per quanto riguarda le piattaforme di interazione invece, il mercato del dating online è stato completamente rivoluzionato dall'arrivo di Tinder nel 2013 (oggi si stima abbia 50 milioni di iscritti a livello mondiale), evento da cui è successivamente scaturita la tendenza alla diversificazione, ovvero a creare dei portali che riuniscano utenti con profili, attività o caratteristiche specifiche.

D’altro canto, non tutti i portali sono adatti a tutte le esigenze, non tutti sono affidabili, non tutti garantiscono di trovare il tipo di persona o di relazione che si sta cercando, soprattutto se non analizzati attentamente: ecco perché QualeScegliere.it, portale di consigli, recensioni e analisi rivolte ai consumatori digitali, ha lavorato ad una guida per aiutare i “dater” a valutare i siti d’incontro con cui possono imbattersi durante le ricerche online.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/Eros-psiche/siti-di-incontri-online-come-scegliere-il-migliore$$$Siti di incontri online: quale scegliere?
Mi Piace
Tweet