I consigli del personal coach 

Visto il diverso modo di comunicare fra uomini e donne, può capitare che queste ultime, anziché respingere un corteggiatore, lo motivino involontariamente

di Roberto Re  - 03 Ottobre 2008

La prima tentazione è accampare scuse del tipo: «Sono fuori città» o «Non ho voglia di conoscere nessuno». Ostacoli che per la mentalità femminile sono deterrenti in grado di fermare il corteggiatore più accanito, per la mentalità maschile diventano una sfida da raccogliere. Il risultato? Da indesiderato, lo spasimante diventa insopportabile! Se è furbo non si arrende perché sa che molte donne cedono per sfinimento. Alcune non sanno dire di no. Altre hanno ereditato la mentalità da crocerossine delle mamme. Altre ancora accettano perché lusingate. Come fare, allora?

- Tracciare l'identikit dell'uomo ideale Il primo passo è fare chiarezza sulle proprie aspettative e individuare le caratteristiche del partner perfetto.

- Essere sincere Dopo aver capito quale uomo si desidera, quando se ne incontra uno che non corrisponde al modello ideale, è importante essere dirette e non aver paura di ferire i suoi sentimenti.

- Resistere alla tentazione Mai cedere all'istinto di sedurre per il gusto di sentirsi importanti. Gli uomini pensano in modo semplice: un chiaro "non mi piaci", alla fine, significa proprio "non mi piaci".

- Mai dare corda Se si vuole allontanare un uomo, la soluzione è una: declinare ogni invito e dire no a ogni richiesta. In questo modo si eviterà di alimentare la voglia di conquista. Lui, non avendo nessuno da sfidare, abbandonerà il campo di buon grado.

Roberto Re, personal coach, è autore dei libri Smettila di incasinarti! e Leader di te stesso  (Mondadori)

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/Single-e-coppia/come-tenere-a-bada-un-corteggiatore-insistente-2$$$I consigli del personal coach
Mi Piace
Tweet