Quando l'amore è ossessione 

Quali sono le ossessioni d'amore? E da cosa nascono? I consigli dell'esperta per capirle, riconoscerle ed evitare amori morbosi

di Sofia Natella  - 26 Settembre 2012
Credits: 

Photoshot

 

L'amore può essere un sogno ad occhi aperti, in cui camminiamo a mezzo metro da terra e tutto sembra meraviglioso. Ma può anche trasformarsi in un incubo morboso, causando molte sofferenze. Le ossessioni d'amore, infatti, colpiscono tanto chi le prova, che l'oggetto dell'amore stesso. Ma anche da gelosia, dipendenza, abbandoni e relazioni bulimiche si può uscire, se si guarda dentro di sé con coraggio e determinazione. Per uscire dalla spirale degli amori morbosi, bisogna per prima cosa imparare a riconoscere quelle tendenze negative che portano le relazioni verso regioni oscure.

"Disturbi anche latenti di tipo ansioso-depressivo, spesso sviluppati perché alcuni bisogni di dipendenza e di attenzioni che non sono stati adeguatamente colmati durante l’infanzia, trovano sfogo all'interno della coppia e dei rapporti con l'altro sesso", spiega la psicosessuologa Sara Padovano, "e possono assumere forme diverse, più o meno esplosive ed evidenti". Se c'è un elemento comune agli amori morbosi, poi, è l'eccesso: pulsioni normale, come il voler sedurre, un pizzico di gelosia, l'attaccamento e l'istinto di protezione nei confronti del partner vengono portate all'estremo, rendendo la relazione distruttiva e vampirizzante, ben lontana dall'ideale della coppia sana, fonte di gioia e di energie, costruttiva.

L'ossessione d'amore - "Il bisogno d'amore e di attenzioni è così forte da trasformare la storia d'amore in una rincorsa affannosa, disperata del partner, che non è più un semplice oggetto del desiderio, ma il nostro salvatore, la nostra droga. Da lui dipende la nostra felicità e siamo disposti a fare qualsiasi cosa per averne anche una piccola dose; più noi lo vogliamo, più lui sfugge, alimentando così l'ossessione. L'amore diventa qualcosa che subiamo passivamente, su cui non abbiamo controllo e che ci annulla, perché la nostra personalità viene inghiottita dalla necessità di avere il partner, che viene considerato una nostra proprietà, l'idolo di cui abbiamo bisogno per non crollare. Questa dinamica può esternarsi in modi diversi - dall'essere "zerbini" allo stalking, dalla gelosia patalogica alle manie di controllo, ed è sintomo di una profonda insicurezza e una difficoltà a volersi bene, a prendersi cura di sé e la responsabilità del proprio benessere, delegandola all'altro".

Il “dongiovannismo” o, al femminile, il "gattamortismo" - "E' la necessità di mettere continuamente in atto comportamenti seduttivi, per avere conferme di sé attraverso la conquista. L'obiettivo della seduzione non è più la ricerca del contatto con l'altro, ma il tentativo di affermare continuamente sé stessi, tipico della personalità narcisistica. Che è estremamente fragile e si basa sui responsi che ottiene dall'esterno. Alla base di questo comportamento infatti ci sono carenze di autostima che non permettono di vedere l'altro per quello che è, ma solo come un mezzo per ricevere quell'approvazione di cui si ha bisogno.Questo porta ad avere una vita affettiva frammentata, fatta di molti rapporti superficiali, inizialmente molto gratificanti, ma che spesso naufragano per il terrore di instaurare una relazione di vera intimità, in cui verrebbero rivelate le proprie debolezze".

L'amore dispotico - "Nasce dalle manie di controllo della personalità isterica, dove l'insicurezza e la fragilità diventano desiderio di centralità nelle relazioni. Anche in questo caso la vita sentimentale è spesso superficiale e i legami si stabiliscono per la necessità di sovrastare l'altro, di usare la relazione per autoglorificarsi e costruire un ambito in cui esercitare il proprio controllo ed essere protagonisti. Di conseguenza, si vorrà controllare anche il partner - scelto appositamente per avere il ruolo del piedistallo su cui poterci innalzare - per il terrore di perdere la propria posizione e il proprio equilibrio interiore".

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/Single-e-coppia/ossessioni-amore$$$Quando l'amore è ossessione
Mi Piace
Tweet