San Valentino, un giorno per innamorarsi 

La festa degli innamorati dovrebbe essere un'occasione di felicità per tutti, coppie e single. Ecco qualche spunto per renderlo un giorno speciale e importante, per rilanciare la propria vita sentimentale e il rapporto con se stessi.

di Sofia Natella  - 10 Febbraio 2011
Credits: 

Fotolia

 

San Valentino è la festa degli innamorati: le coppie escono a cena, organizzano qualcosa di romantico, dichiarano il proprio amore, si fanno un regalino. Questo lo sanno tutti. Così come tutti sanno che i single spesso preferiscono ignorare la questione, oppure che non riescono ad ignorarla affatto, e finiscono a struggersi abbracciando fantasmi e disillusioni. Quello che invece non tutti sanno, è come vivere il 14 febbraio in maniera positiva, recuperando il significato più profondo - e letterale - della ricorrenza.

Innanzitutto.

- San Valentino è una festa: vuol dire che si tratta di un'occasione di gioia, in cui si celebra qualcosa, e che si dedicano tempo ed energie all'oggetto dei festeggiamenti, in questo caso l'amore. E una festa è allegra, per definizione.

- San Valentino celebra gli innamorati: il che non vuol dire "chi è in coppia", ma chi ama qualcosa, qualsiasi cosa. E dal momento che tutti amano - o dovrebbero amare - almeno se stessi, tutti hanno un motivo per festeggiare San Valentino.

- di conseguenza: San Valentino è un giorno di felicità per chiunque sia innamorato, in cui dedicarsi all'amore. Non è una festa esclusiva che ghettizza i single, non vuole obbligare nessuno a "fare cose", né dovrebbe essere uno stress, semplicemente perché il sentirsi esclusi, in dovere e stressati, non hanno niente a che fare con l'amore.

Quale sarebbe dunque lo spirito giusto per affrontare il fatidico 14 febbraio?

Innamorarsi. Non importa di cosa, o di chi. E sfruttare l'occasione per amarsi un po' di più, in qualsiasi senso lo si voglia fare, e soprattutto senza alcuna discriminazione di status sentimentale. Tuttavia, anche se il punto di partenza per celebrare l'amore può essere comune - vale a dire: innamorarsi di sé stessi - single e coppie possono farlo in modo diverso, e con obiettivi diversi.    

Per chi è single: usa il giorno di San Valentino per fare il punto situazione sentimentale. Coccola corpo e mente e fai qualsiasi cosa che ti dia energie positive (una serata con gli amici, shopping, una passeggiata...) e - senza drammatizzare - prenditi del tempo riflettere - sentire - con calma su cosa desideri e su cosa ti ha fatta soffrire in passato. Chiediti: come voglio essere amata? Come posso amarmi? Di che tipo di persona mi voglio innamorare? Quali sono i presupposti che desidero nella mia prossima relazione? Se vuoi, puoi anche mettere tutto nero su bianco, in una bella lettera d'amore indirizzata te stessa o al tuo prossimo amore.

Per chi è in coppia: San Valentino può essere una giornata importante per rilanciare la vostra vita insieme. Celebrate l'amore che vi unisce, passate del tempo a passare in rassegna i vostri ricordi più belli, fate anche qualcosa di semplicemente speciale, dedicandovi alla vostra coppia e alla vostra intimità, riscoprendo il gusto di flirtare, confidavi - magari con una lettera d'amore - e stare insieme. Prendetevi del tempo per capire cosa desiderate davvero l'uno dall'altra e dalla vostra storia, e lanciatevi in nuovi progetti. Un esempio? Eliminare le routine negative e coltivare l'amore e la passione quotidianamente.

Per tutti: festeggiare San Valentino tutti i giorni sarebbe bellissimo, anche se forse è difficilmente realizzabile. Piuttosto che non mantenere il proposito, fissa un giorno, e festeggia l'amore, per te stessa e/o per la coppia, una volta al mese!

Vai allo speciale San Valentino

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/Single-e-coppia/san-valentino-un-giorno-per-innamorarsi$$$San Valentino, un giorno per innamorarsi
Mi Piace
Tweet