Acido folico: a cosa serve e dove si trova

Credits: Olycom
1 5

L'acido folico altro non è che la vitamina B9 (folato). Questa preziosa sostanza si assume attraverso l'alimentazione e non è prodotta dall'organismo. I cibi che ne sono più ricchi sono quelli provenienti dal mondo vegetale, dunque verdure a foglia verde, legumi, agrumi.

Ma un buon apporto di acido folico è assicurato anche dal consumo di cereali integrali o di cereali per la prima colazione addizionati di questo tipo di vitamina. Quando si sente parlare di acido folico, si pensa immediatamente alla gravidanza.

Infatti, in dolce attesa, il fabbisogno di folati raddoppia poiché l'acido folico viene consumato in egual misura sia dalla mamma sia dal feto. Una sua carenza diventa, in questo caso, molto pericolosa poiché porta a malformazioni e anemia. L'acido folico, infatti, è coinvolto nella sintesi di molecole come il DNA, l'RNA e le proteine.

/5

L'acido folico è una vitamina indispensabile per la nostra salute e si assume attraverso una corretta alimentazione. Il fabbisogno di folati raddoppia in gravidanza

L'acido folico si assume attraverso l'alimentazione. I cibi che ne sono più ricchi provengono dal mondo vegetale (spinaci, broccoli, legumi, agrumi), preziosa risorsa per la nostra salute, e dai cereali. Un adeguato apporto di folati, o vitamina B9, è indispensabile sempre ma in gravidanza diventa vitale poiché contribuisce a un corretto sviluppo del feto

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te