Alimentazione in menopausa

Credits: Olycom
1 7

La menopausa è un periodo di grandi cambiamenti sia fisici, sia emotivi. Per questa ragione, è importante arrivare a tale fase preparate ed "equipaggiate". Per alleviare i disturbi caratteristici correlati alle fluttuazioni ormonali (gonfiori, stanchezza, vampate di calore, nervosismo, aumento di peso, insonnia), è fondamentale dedicare più tempo a se stesse.

Partendo dalla dieta: anche in questo caso, infatti, l'alimentazione gioca un ruolo chiave nel mantenimento di un ottimale stato di benessere psico-fisico. Come e cosa mangiare, dunque, in menopausa? Innanzitutto, è sempre consigliabile mantenere l'apporto calorico in un certo range (da stabilire anche a seconda della routine quotidiana e delle "uscite" in termini di energia).

In secondo luogo, è bene fare attenzione alla qualità di ciò che si mangia. Da prediligere: cereali integrali, verdura, legumi, frutta antiossidante, proteine magre. Da limitare: zuccheri, farina raffinata, carni rosse, salumi, formaggi grassi, cibi conservati, alcol.

/5

Il delicato periodo della menopausa richiede un'attenzione maggiore nei confronti di alimentazione e attività fisica. Per fare il pieno di fitoestrogeni, antiossidanti e minerali preziosi

 

La menopausa rappresenta un momento estremamente delicato nella vita di una donna. Infatti, con l'esordio della menopausa (se non prima) possono presentarsi alcuni disturbi molto fastidiosi (vampate di calore, sudorazione eccessiva, nervosismo, addome sporgente, ritenzione idrica) e che rischiano di condizionare sia l'autostima femminile, sia la vita di relazione. Anche in questo caso, adottando l'alimentazione giusta si può fare molto. La dieta ideale in menopausa prevede il consumo quotidiano di cibi ricchi di fitoestrogeni, antiossidanti e minerali (magnesio, potassio, calcio). Inoltre, è fondamentale continuare (o iniziare) a praticare una costante attività fisica (camminata, corsa, bicicletta, nuoto o palestra)

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te