• Home -
  • Salute-
  • Allergia: è il momento di fare il test

Allergia: è il momento di fare il test 

La primavera è in ritardo, gioca d'anticipo con la prevenzione

di Neva Ganzerla  - 22 Marzo 2010

Freddo pungente, pioggia e addirittura neve. L'inverno appena concluso è stato il più rigido degli ultimi 20 anni.

La primavera ritardataria di certo non aiuta i metereopatici, ma è una fortuna per il 30% degli italiani afflitti ogni anno dalle allergie ai pollini; tra questi, molti bambini, che ad ogni nuova fioritura devono fare i conti con starnuti, naso chiuso, occhi arrossati e asma.

Anche se il clima è favorevole, la prevenzione delle allergie non deve però tardare e gli esami preventivi vanno effettuati proprio ora, quando la terapia antistaminica non è ancora iniziata.

I test cutanei (pick test) sono i più sicuri per la diagnosi delle allergie respiratorie e raramente devono essere affiancati da ulteriori indagini (esame del sangue).

Questo tipo di test consiste nell'applicazione sulla pelle del bambino di soluzioni acquose contenenti singoli allergeni. La pelle viene bucata con una sottile puntina e se entro 15 minuti non vi è reazione (gonfiore e arrossamento) il test risulta negativo e l'allergia è scongiurata.

Il pick test può essere eseguito in tutta sicurezza fin dalle prime settimane di vita.

L'ospedale Bambino Gesù di Roma  mette a disposizione un dossier allergie  in cui vengono descritte tutte le pratiche per la prevenzione, diagnosi e cura delle allergie pediatriche, con una sezione speciale dedicata ai test allergometrici.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/allergia-e-il-momento-di-fare-il-test$$$Allergia: è il momento di fare il test
Mi Piace
Tweet