Amore: bisogno o desiderio? Questo è il problema (della felicità sentimentale)

Credits: Corbis
1 7

Fortuna a parte, la felicità in amore sta anche nel riconoscere quando la voglia di sentimenti è un bisogno urgente che ci toglie il respiro, e quando invece è un desiderio più maturo che non ci impedisce di vivere serenamente.

Secondo gli psicologi la questione è tutta qui. Se sento una necessità impellente di affetti, rischierò di idealizzare chiunque andando incontro a delusioni. Le cose cambiano quando comincio finalmente a comprendere che desidero qualcuno o l'amore senza soffrire eccessivamente della sua assenza.

Sciogliamo un po' di dubbi con lo psicoanalista Prof. Roberto Pani, docente di Psicologia Clinica all'Università di Bologna.

/5

Desiderare o sentire il bisogno d'amore sono 2 condizioni psicologiche ben distinte. Che fanno vivere i sentimenti in modo più o meno sereno

"Ti amo perché ho bisogno di te"
è il modo immaturo di amare, diceva Erich Fromm

"Ho bisogno di te, perché ti amo"
Invece è il modo maturo di amare

"Amiamo l'altro anche in relazione alle differenze che facciamo rispetto agli altri" - dice lo psicologo.

L'autonomia calpestata

Essere dipendenti affettive significa essere vittima e prigioniere psicologicamente dell'altro al punto da avere la sensazione di non poter fare nulla da sole.

Il senso di indipendenza e libertà viene meno, lasciando posto ad un impoverimento che sfocia nella paura di non poterci staccare dall'altro.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te