Bambini obesi? Colpa dei nonni 

Per molti genitori che lavorano, i nonni sono una vera e propria ancora di salvezza. Ma ci sono dei rischi. Soprattutto a tavola

di Neva Ganzerla  - 17 Febbraio 2010

I nonni, potendo scegliere, sono i migliori baby sitter del mondo: attenti, affettuosi, comprensivi. Però ci sono alcune controindicazioni.

Uno studio condotto dalla University College di Londra ha monitorato la salute di 12.000 bambini nati tra il 2000 e il 2001 per i loro primi tre anni di vita ed ha concluso che i bimbi accuditi esclusivamente dai nonni avevano un'incidenza di obesità infantile più alta del 34 per cento rispetto ai bambini che passavano le giornate interamente all'asilo nido.

Questo può essere collegato alla mentalità di una volta per cui più eri grasso, più stavi meglio, oppure all'idea di usare il cibo come ricompensa. Insomma, più ciccio sei, meglio è. Niente di più sbagliato.

Chaterine Law, ricercatrice che ha coordinato la studio (pubblicato recentemente sul quotidiano Daily Thelegraph), per invertire la rotta suggerisce  la programmazione di attività motorie familiari, comepasseggiate e giochi all'aperto, in modo da prevenire i danni della sedentarietà di nonni, genitori e figli.

In questo modo si limitano anche le ore davanti alla tv e al pc e si rafforzano i legami familiari.

Nel frattempo però il consiglio è di lasciare scritto per filo e per segno ai nonni quello che si può o non si può mangiare. Se poi sgarrano, lo verrete a sapere: i bambini non sanno mantenere  segreti...

Fonte Agi NewsOn

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/bambini-obesi-colpa-dei-nonni$$$Bambini obesi? Colpa dei nonni
Mi Piace
Tweet