Sotto il segno della luna 

Ci sono periodi in cui l'instabilità ormonale di noi donne aumenta e ci rende più soggette a temporanee variazioni. Uno di questi periodi che ricorre mensilmente è legato alle fasi del ciclo mestruale. In quei giorni è possibile riscontrare dei disturbi tipici che vengono radunati sotto la sigla inglese PMS, sindrome premestruale.

di DonnaModerna.com consiglia  - 03 Maggio 2013
 

Ogni donna potrebbe misurarsi col metro di Mary Poppins e scoprire che è “praticamente perfetta sotto ogni punto di vista”!

Tuttavia per sentirci veramente perfette, noi donne abbiamo bisogno di stare bene con noi stesse in tutta serenità. Esistono dei giorni particolari in cui questa serenità sembra offuscarsi per un insieme di disturbi diffusi in età fertile, legati al ciclo mestruale e conosciuti come sindrome premestruale.

Il termine “Sindrome Premestruale” è stato introdotto negli anni Sessanta da Greene e Dalton per definire una serie di sintomi di vario genere e intensità che ricorrono nella fase postovulatoria del ciclo mestruale (circa 7 giorni prima delle mestruazioni) e causano un disagio fisico, psicologico e un cambiamento di comportamento che in taluni casi può influire sulle normali attività. Ancora oggi non si conoscono con esattezza le cause, che appaiono complesse e multifattoriali.

Gli effetti invece sono rintracciabili per lo più nel calo del magnesio e dei livelli di importanti neurotrasmettitori come la dopamina e la serotonina: la prima è alla base della regolazione dell'attenzione, dello stato d'animo e del movimento, la seconda è coinvolta, tra gli altri, nella modulazione de sonno e di aspetti correlati all'umore, quali calma ed equilibrio.

I sintomi, che spesso compaiono in forma attutita, sono conosciuti dal 40% delle donne in età fertile, sebbene spesso siano sottovalutati dagli stessi ginecologi. Tra quelli psichici più rilevanti e ricorrenti si annoverano l'irritabilità, la variabilità dell'umore, l’ansia, l'astenia, la difficoltà di concentrazione e l'insonnia, mentre tra quelli fisici mal di testa, tensione mammaria, sensazione di gonfiore e dolori muscolari.  

Una dieta a base di cereali, legumi e fibre con poco sale e poche bevande eccitanti e un'attività fisica costante almeno 3 o 4 volte alla settimana (anche solo camminare o andare in bicicletta), che stimoli le endorfine e permetta di scaricare tensioni e ansia, rimangono le principali armi per mantenere la serenità anche nei giorni che precedono le mestruazioni. Nel caso questo non bastasse, si consiglia l’assunzione di prodotti volti soprattutto a riequilibrare i valori dei sali minerali calcio e magnesio, della vitamina B6, che agisce sui neurotrasmettitori e di conseguenza sul benessere fisico ed emotivo della donna, e della vitamina E, che contribuisce a ridurre lo stress ossidativo.

Per saperne di più clicca qui!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/benessere-al-femminile/sotto-il-segno-della-luna$$$Sotto il segno della luna
Mi Piace
Tweet