La boxe: 7 luoghi comuni da sfatare

Credits: Corbis
1 8

La boxe è una bella scoperta, soprattutto per le donne. Sferrando i colpi alleni le braccia, schivandoli tonifichi e asciughi le gambe, e poi rinforzi gli addominali che sono in continua tensione durante tutto l’allenamento.In più, sul ring migliorano il fiato e la resistenza e i chili vanno giù (in un’ora puoi bruciare fino a 500 calorie). Ma, soprattutto, migliori la tua forza di volontà, messa a dura prova dal partner: mica puoi mollare a metà il corpo a corpo perché non ce la fai più.

Eppure, i luoghi comuni su questa disciplina sono ancora tanti. Noi vogliamo sfatarli con l’aiuto di Simona Galassi, una grande campionessa, che ha vinto per tre volte il titolo mondiale, e di Davide Carli, ex pugile a livello internazionale, ora preparatore atletico e chinesiologo.

/5

Uno sport solo per uomini. Violento e pericoloso. Pensi che il pugilato sia questo? Ti sbagli. Leggi qui e sali sul ring

Le donne che praticano kickboxing sono aumentate del 15 per cento rispetto all’anno corso. Questa disciplina è molto di moda anche perché praticata da tante star, come le attrici Ashley Tisdale ed Eva Longoria.

Per fare boxe non occorre acquistare un’attrezzatura specifica: l’unico accessorio che conta sono i guantoni, meglio se in pelle (da 25 euro in su).

ALLENATI CON I GUANTONI A RITMO DI DANZA

KickBoxing  «Nella boxe tradizionale si possono usare solo i pugni. La kickboxing ammette anche i calci perché unisce le tecniche del pugilato a quelle del karate e del taekwondo» spiega il preparatore atletico Davide Carli. Il tutto a ritmo di musica molto sostenuto ed eseguendo coreografie di combattimento allo specchio.

Aeroboxe  Si chiama anche fit boxe e fonde l’aerobica, la boxe e alcune tecniche di combattimento orientali. «Si simulano calci, pugni, ginocchiate e gomitate senza contatto fisico, in un crescendo musicale che trasforma le tecniche di combattimento in una vera e propria danza» chiarisce il trainer.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te