Calcoli renali? No grazie

Credits: Corbis
1 4

Un nuovo intervento chirurgico soft e una dieta rivoluzionaria anti recidive. Sono queste due le belle novità per chi soffre di calcolosi renale, un disturbo che colpisce una persona su dieci tra i 30 e i 50 anni, costretta spesso a correre al pronto soccorso a causa delle forti coliche.

«Non è ancora chiaro il meccanismo che porta alla formazione dei sassolini» spiega Gianpaolo Bianchi, direttore della struttura complessa di urologia del Policlinico di Modena. «Ma è certo che c’è una predisposizione, tanto che spesso ne soffrono più componenti della stessa famiglia. In questi casi alcuni errori, come quello di bere poco, si pagano a caro prezzo. L’acqua infatti diluisce l’urina e impedisce la cristallizzazione delle sostanze responsabili della formazione dei calcoli».

Vediamo allora quali sono le abitudini da mettere in pratica per tenere lontani i calcoli. E le novità per eliminarli quando si sono formati.

/5

Non si sa perché si formino i sassolini che provocano le coliche. Ma si sa come eliminarli in modo soft. E quale dieta seguire per tenerli alla larga

 

Il nuovo intervento soft è adatto anche per i calcoli nei bambini. Sono due su 100 a soffrirne, con coliche dolorose come quelle degli adulti.

Bevi tutti i giorni due litri di acqua minerale naturale a temperatura ambiente. E aggiungi un paio di bicchieri in più se lavori in un ambiente piuttosto caldo o se le temperature esterne iniziano a salire. In queste condizioni è maggiore il rischio di una concentrazione di sali nelle urine.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te