Caldo e afa? Come combattere la stanchezza

Credits: Corbis
1 6

Quando fa caldo, il clima è afoso, si fatica a respirare e la stanchezza dopo un lungo anno di lavoro (o studio) si fa sentire in tutta la sua pesantezza, ciò che viene a tutti spontaneo è buttarsi su tè, caffè o bibite a base di caffeina per cercare di tenersi un po' su. Ma, sappiamo tutti che questi gesti non sono il massimo del benessere.

Esistono però tanti altri rimedi che aiutano a mantenere un buon equilibrio psico-fisico in modo naturale: piante come il guaranà, il ginseng o l'eleuterococco sono infatti efficacissime contro i malesseri stagionali come ad esempio la spossatezza.

Il guaranà e il ginseng hanno le stesse proprietà del caffè e non hanno controindicazioni ma per chi soffre di pressione alta o di insonnia è meglio preferirgli la pappa reale o l'eleuterococco.

/5

L'estate sarà anche sinonimo di vacanza, ma con questo caldo, e un anno di lavoro o di studio sulle spalle, è anche più facile sentirsi deboli e stanchi.

Quando fa molto caldo e la pressione si abbassa il gesto più comune è quello di ricorrere all'ennesima tazzina di caffè, ma dosi eccessive possono avere controindicazioni, dalla tachicardia all'insonnia. Esistono però tanti altri rimedi che aiutano a 'darsi un tono' in modo del tutto naturale, alimenti come il guaranà, il ginseng oppure il poco conosciuto eleuterococco o la pappa reale sono una vera e propria fonte di benessere.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te