Climaterio: che cos’è, quali sono i sintomi e come curarlo

Credits: Olycom
1 5

Iniziamo subito col dire che il climaterio non è una malattia, bensì una fase fisiologica della vita di ogni donna. Per la precisione si tratta del periodo che precede la menopausa, avviene intorno ai 40 anni e può avere una durata che varia dai 10 ai 15 anni.

Durante questo lasso di tempo si verifica un'importante variazione ormonale: il corpo femminile produce sempre meno estrogeni, il ciclo mestruale diventa sempre meno frequente fino a cessare completamente. Dopo 12 mesi consecutivi di amenorrea – scomparsa delle mestruazioni – ci si può ufficialmente ritenere in menopausa.

/5

Il periodo che precede la menopausa, chiamato climaterio, ha una durata variabile. Scopri di cosa si tratta, come si manifesta, quali i sintomi più ricorrenti e come alleviarne i fastidi

Il periodo fertile della donna inizia con la pubertà e termina con la menopausa, ovvero con l’interruzione delle mestruazioni, che avviene in genere tra i 48 e i 55 anni. La scomparsa del ciclo non è tuttavia improvvisa, essa infatti è preceduta da una lunga fase di transizione chiamata climaterio, della durata variabile di 5-10 anni, durante la quale si manifestano la maggior parte dei disturbi accusati da molte donne, come le vampate di calore, la secchezza vaginale, l’insonnia e l’irritabilità. Ci sono tuttavia rimedi, farmacologici e naturali, che possono alleviare questi fastidi e riportare serenità e benessere in questa fase difficile, ma fisiologica, di ciascuna donna.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te