Come fare una spesa taglia calorie

Credits: Corbis
1 4

Il pane che sazia di più

Anche il pane può essere light. Quello fresco ha il primato su tutti: è molto più dietetico di quello a lunga conservazione perché non necessita di aggiunte di grassi, zuccheri e additivi. Che fanno aumentare le calorie: si passa da 242 all’etto del fresco integrale fino a 300 del confezionato. Anche le dimensioni sono importanti: in genere, più è grande, meno acqua evapora durante la cottura e quindi, a parità di peso, sarà meno calorico (di circa il 15%) e più saziante rispetto a rosette e michette, particolarmente asciutte. Per lo stesso motivo, evita l’azzimo: così sottile, sembra leggero. In realtà, contiene 370 calorie all’etto. E se lo inzuppi nel latte del mattino, fai presto a mangiarne 100 grammi.

Quando trovi sull’etichetta “A basso contenuto di grassi” significa che i grassi sono meno del 3% del totale, però questo non vuol dire che il prodotto sia sano. «Per insapidire un alimento privato di lipidi, l’industria tende a eccedere in zuccheri, se si tratta di dolciumi, o in sale, nel caso di pane e prodotti da forno» conclude il dottor Ghiselli. «Pane e cereali “magri”, quindi, sono spesso ricchi di sodio: la raccomandazione dell’Organizzazione mondiale della sanità è di non consumare più di 6 grammi di sale al giorno. Controlla sull’etichetta che il contenuto non superi il 5-6% della dose quotidiana consigliata».

/5

Per ridurre l'apporto calorico non mettere nel carrello il primo “light” che ti capita. Con questa guida impari a scegliere prodotti che saziano ma non ingrassano

Quando facciamo la spesa, impariamo a leggere bene le etichette dei prodotti, non solo per quanto riguarda l'apporto calorico, ma anche per evitare ingredienti che possono essere dannosi per la nostra salute

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te