Come dimezzare le calorie del riso

  • 1 5
    Credits: Corbis

    Estate. Caldo. Prova costume. E la grande necessità di ridurre drasticamente le calorie. Come fare per non 'fare la fame' ma allo stesso tempo riuscire a smaltire quei due o tre chiletti di troppo che ci fanno sentire un po' appesantite e a disagio? Quest'anno non ti serve ingaggiare battaglia all'ultima caloria ma semplicemente provare a mettere in pratica una ricette che arriva direttamente dall'Oriente.

    Alcuni ricercatori del College of Chemical Sciences di Colombo in Sri Lanka, hanno presentato al Meeting dell'American Schemical Society il loro progetto sul riso ipocalorico, sostenendo che possa contribuire alla lotta all'obesità!

    Ecco di cosa si tratta.

  • 2 5
    Credits: Corbis

    Uno stile di vita sedentario, una dieta sbilanciata con troppi zuccheri e grassi (ma anche porzioni super abbondanti rispetto al nostro fabbisogno) sono alla base di un aumento del numero di persone in sovrappeso.

    È stato dimostrato che aumentare le concentrazioni di amido resistente nel riso è un modo nuovo di affrontare il problema. E se a subire il trattamento è un riso di qualità, il suo contenuto calorico può ridursi addirittura del 50%. In pratica se si parte da una base di 240 calorie per una tazza di riso bianco si può arrivare a poco più di 100!

  • 3 5
    Credits: Corbis

    Andiamo per gradi e cerchiamo di capirne di più. L'amido può essere digeribile o resistente e nel riso si trovano entrambi: quello resistente non viene digerito nell'intestino tenue, dove normalmente i carboidrati invece vengono trasformati in zuccheri semplici e assorbiti dal sangue.

    L'elevato contenuto calorico del riso, sotto forma di amido, è un rischio per la salute perché può far ingrassare e provocare il diabete. L’amido, infatti, viene metabolizzato dal nostro organismo sotto forma di zuccheri e grassi. Ed è proprio questo il problema!

  • 4 5
    Credits: Corbis

    Ecco la ricetta: quando l’acqua bolle versa un cucchiaino di olio di cocco nella pentola e solo successivamente aggiungi mezza tazza di riso. Poi cucinalo normalmente per 25-30 minuti. Infine, fallo riposare in frigorifero per circa 12 ore (non deve superare i 4-5 gradi). In questo modo il contenuto calorico del riso viene così ridotto addirittura del 50%.

    L’olio di cocco infatti, insieme alla bassa temperatura sono alla base della modifica della struttura chimica del riso. Questo metodo, infatti, cambia l’amido digeribile (quello che viene trasformato in zucchero prima di circolare nel flusso sanguigno) in amido resistente.

    In sostanza, vengono aumentate le concentrazioni di amido resistente e ridotte le calorie assunte.

  • 5 5
    Credits: Corbis

    Non ci resta che provare il nostro 'nuovo riso' a basso contenuto calorico e goderci un buon pranzo senza pensare alle calorie...almeno per questa volta!

/5

La soluzione è arrivata da alcuni chimici del Chemical Sciences College di Colombo in Sri Lanka che hanno realizzato un progetto sul riso ipocalorico. Scopri come fare

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te