Un video che previene il cancro 

La Lilt promuove un concorso rivolto ai giovani artisti e creativi per produrre un video contro il fumo e aiutarli a combattere il cancro e le cattive abitudini

di Neva Ganzerla  - 25 Gennaio 2011
Credits: 

Lilt

 

A un anno dalla sua scomparsa, la Lilt (Lega Italiana Lotta ai Tumori) celebra lo storico presidente Gianni Ravasi mancato un anno fa, con un concorso rivolto ai giovani.
 
Gianni Ravasi è stato uno dei pionieri della chirurgia toracica dei tumori e per 30 anni ha guidato la Lilt milanese.
"A un anno dalla sua scomparsa" racconta Marco Alloisio dell'Istituto Humanitas di Rozzano, che è stato tra i suoi allievi "È commovente vedere quanta gente lo ricordi. Le sue doti pionieristiche sono riconosciute in tutto il mondo. Era un uomo che aveva il bisturi nel Dna. Non è un caso se poi quasi tutti i suoi allievi hanno raggiunto posizioni importanti nel campo della medicina e della chirurgia toracica in particolare, e se ancora oggi in sala operatoria si usano i frutti del suo prezioso insegnamento".
 
Il concorso per commemorare la figura di Ravasi è intitolato "Se la spegni, ti accendi" e chiede ai giovani aspiranti creativi di produrre un video che abbia come tema la lotta al fumo.
 
Patrocinato dalla Fondazione Pubblicità Progresso, il concorso partirà a marzo e premierà le creazioni che meglio sapranno coniugare capacità narrativa a uso dei new media in tema di lotta al fumo.
 
"L'obiettivo è di coinvolgere attivamente i giovani, stimolandoli a diventare in prima persona ambasciatori sul territorio del messaggio promosso dalla Lilt: Prevenire è vivere''. E per prevenire non bisogna fumare.
 
Oltre al concorso, alla memoria del professor Ravasi è stata intitolata anche una borsa di studio destinata a un giovane ricercatore, impegnato nel campo dei tumori polmonari, affinché possa perfezionarsi all'estero.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/concorso-lilt-fumo-video-giovani$$$Un video che previene il cancro
Mi Piace
Tweet